Foto e Video Art per due concorsi dedicati all’ambiente

Sulla_via_della_luce_isabella de santis
"Sulla via della luce", di Isabella de Santis si è piazzata al quarto posto della selezione nazionale di WikiLoves Monuments Italia 2019 (Creative commons BY-SA)

     A Sassari al via la quarta edizione di gARTbage visioni sostenibili. Wiki Loves Puglia 2020,  concorso fotografico pugliese dedicato ai beni culturali

Sono aperte le iscrizioni a gARTbage Visioni sostenibili – Contest di video Arte per l’Ambiente”. Il concorso è promosso dal  Comune di Sassari con la collaborazione di Ambiente Italia e CNS Consorzio Formula Ambiente.

Il progetto

“gARTbage” è un semplice gioco di parole che nasce dall’incontro tra le parole inglesi “garbage”, rifiuti, e “art”, arte. Il progetto è nato nel 2014 con l’intento di esplorare il connubio tra arte e rifiuti, trasformando cassoni e cassonetti in vere e proprie opere d’arte urbana, grazie alla creatività di artisti come pittori, illustratori, writers, muralisti e in generale artisti che amano lavorare sulle grandi superfici e negli spazi pubblici. Non solo “coprire” il brutto, dunque, ma trasformarlo in valore, contribuendo alla realizzazione di una galleria diffusa e a cielo aperto che diviene patrimonio della collettività

gARTbage 2020 è dedicato come di consueto a temi portanti come l’ambiente e la sostenibilità ambientale, sviluppati attraverso gli argomenti cari al concorso quali il riciclo dei rifiuti, il decoro urbano, la difesa dell’ambiente. Oggetto del contest è la realizzazione di opere di Video Art. Questo perché, in considerazione degli eventi sanitari che tanto hanno condizionato la nostra vita negli ultimi mesi, il concorso di pittura estemporanea degli strumenti della raccolta differenziata (cassonetti, camion compattatori ecc.) è diventato impraticabile.

MaristellaPortas_Lapertura-gartbage
MaristellaPortas, “L’apertura” (gARTbage 2019)

I partecipanti potranno lavorare singolarmente o presentarsi già organizzati in gruppi di massimo 5 persone. La partecipazione è gratuita ed è riservata ad artisti di qualunque provenienza che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età.  A decretare le opere vincitrici, una giuria tecnica: in palio 1.500 euro per la prima classificata, 750 per la seconda e 500 per la terza. La premiazione delle opere vincitrici si terrà a Sassari, in luogo e data ancora da definire.

Come partecipare

Per iscriversi è necessario prendere visione del bando completo pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Sassari all’indirizzo https://bit.ly/gARTbage_bando2020e inviare la scheda di adesione entro il 20 settembre 2020 a mailto:progettogartbage@gmail.com.  Per informazioni si può contattare anche il numero 329.0153601.

 Wiki Loves Puglia, fotografa il monumento e vinci

Valorizzare l’immenso patrimonio artistico della regione Puglia dando a chiunque lo desideri la possibilità di poterlo ammirare liberamente in rete, con un semplice click. È questo l’obiettivo con cui Wikimedia Italia, associazione per la diffusione della conoscenza libera insieme all’associazione cinefotografica Kaleidos di Bari e alla delegazione regionale FIAF per la Puglia organizzano anche quest’anno Wiki Loves Puglia, il concorso fotografico pugliese, edizione regionale del grande concorso fotografico internazionale Wiki Loves Monuments che coinvolge oltre 50 nazioni, raccogliendo immagini di monumenti per documentare il patrimonio storico e culturale di ogni nazione e illustrare le pagine di Wikipedia.

Dal 2012 Wiki Loves Monuments è promosso in Italia da Wikimedia Italia. Nelle scorse 8 edizioni ha raccolto nel complesso 145mila fotografie di 13mila monumenti nazionali scattate da 2mila fotografi. Nel 2019 la prima edizione di Wiki Loves Puglia ha totalizzato 916 fotografie con 65 partecipanti e oltre 350 monumenti fotografabili in più di 30 comuni. Quest’anno il numero di monumenti fotografabili è salito a 551 in 42 comuni. Ricordiamo che per “monumento” – secondo la definizione dell’UNESCO – si intendono edifici, sculture, siti archeologici, strutture architettoniche, siti naturali e interventi dell’uomo sulla natura dal grande valore artistico, storico, estetico, etnografico e scientifico

I premi

I premi in palio ammontano complessivamente in 255 euro di buoni spesa a scelta, così suddivisi: 125 euro al primo classificato, 85 euro al secondo e 45 euro al terzoI vincitori verranno premiati contestualmente all’inaugurazione della mostra delle prime 10 foto vincitrici del concorso, in luogo da destinarsi. La giuria pugliese è formata da fotografi professionisti e non, selezionerà i 10 migliori scatti che andranno anche a partecipare alla competizione nazionale.

Come partecipare

Giuseppe Calogero, “Teatro Margherita”, una della foto premiate nel 2019 (creative commons by-sa)

La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a professionisti e amatori che desiderano rendere libera e accessibile a tutti l’immagine del loro monumento regionale del cuore. Basta registrarsi sul sito di Wikimedia Commons – l’archivio di immagini liberamente riutilizzabili connesso a Wikipedia, l’enciclopedia libera – e caricare dall’1 al 30 settembre una o più fotografie, ognuna col suo titolo. Basilare è che siano scatti con licenza d’uso Creative Commons BY-SA, cioè la licenza libera adottata da Wikipedia.

Possono essere fotografati i monumenti per i quali è stata concessa un’apposita autorizzazione. I monumenti che si possono fotografare sono elencati alla pagina: https://it.wikipedia.org/wiki/Progetto:Wiki_Loves_Monuments_2020/Monumenti/Puglia

Chi desidera immortalare un monumento nuovo, può farsi portavoce della richiesta presso l’ente territoriale di riferimento, per permettere così un nuovo inserimento nella lista degli autorizzati (sempre gratuitamente) e aumentare le occasioni di visibilità per quella città o territorio. In Italia, infatti, le fotografie dei beni culturali sono regolate dal “Codice dei beni culturali e del paesaggio” che vieta di pubblicare le foto di monumenti, anche se di dominio pubblico, e di pubblicarne le foto per tutti gli scopi, quindi anche con licenza d’uso Creative Commons BY-SA, a meno che non si possegga una precisa autorizzazione da parte degli enti territoriali che hanno in consegna i beni.

L’edizione di quest’anno porta una novità: la possibilità di partecipare con fotografie di ampia veduta generale dei comuni, riprese da un luogo sopraelevato o da grande distanza e prive di soggetto principale.

Per ulteriori informazioni e regolamento clicca qui.

Wiki Love Monuments, il concorso da Guinness dei Primati

Wiki Loves Monuments è nato nel 2010 su iniziativa di Wikimedia Olanda. Il grande successo ottenuto dalla prima edizione olandese del concorso lo ha reso popolare in tutto il mondo, tanto che l’anno successivo l’iniziativa è stata estesa a tutta l’Europa, con 18 nazioni coinvolte. Nel 2012, con 32 nazioni partecipanti, 360mila immagini raccolte e il coinvolgimento di oltre 15mila persone, il concorso è entrato nel Guinness dei Primati come il più grande del mondo. Nell’edizione 2019 l’Italia si è classificata seconda a livello mondiale per numero di fotografie, con 3 scatti arrivati nei primi 15 del concorso internazionale, scelti tra oltre 240mila foto provenienti da 50 Paesi.

Uno studio spagnolo ha evidenziato l’importanza delle fotografie che, accompagnando e migliorando le voci di Wikipedia, portano a un aumento del flusso turistico stimato intorno al 9% con picchi al 60%. 

 

 

Articoli correlati