Input your search keywords and press Enter.

Frodi alimentari nel nord-barese. Interviene CFS

Sequestrate derrate alimentari dagli uomini del Comando Regionale Puglia del Corpo forestale dello Stato – Nucleo Tutela Regolamenti comunitari, all’interno di tre aziende del Nord barese. L’attività, diretta dal Sostituto Procuratore Antonio Savasta della Procura della Repubblica di Trani, rientra nell’ambito dei controlli a tutela dei prodotti agro alimentari Made in Italy.

Tra la merce sequestrata, confezioni di taralli su cui era impressa la bandiera italiana e la dicitura 100% Made in Italy, nonostante la provenienza delle materie prime prevalenti fosse comunitaria ed extra-comunitaria. Inoltre, tra gli ingredienti figurava l’utilizzo della mortadella di Bologna (marchio protetto IGP): in realtà nel prodotto non vi era traccia del salume ed il suo gusto era ottenuto mediante l’utilizzo di miscele di aromi vari di origine straniera.

La miscela di mortadella e le erbe per arrosti erano, infatti, messe sul mercato proprio come prodotti italiani, ma in realtà erano generate tramite una semplice miscelazione di ingredienti provenienti da ogni parte del mondo.

Una partita di gnocchi di patate, realizzati con patate a cubetti precotte provenienti dalla Francia, era destinata alla vendita con l’indicazione sulla confezione di patate fresche italiane.

Denunciati i rappresentanti legali delle tre aziende produttrici, rispettivamente di 54, 42 e 38 anni, per frode in commercio, vendita di prodotti industriali con segni mendaci e contraffazione prodotti Igp e DOP.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *