Input your search keywords and press Enter.

Finanziami il tuo futuro, proseguono cinque progetti

Finanziami il tuo futuro, il local crowdfunding pugliese, ha fatto il suo primo giro di boa. È scaduto, per i 13 progetti candidati all’iniziativa, il termine per il raggiungimento della prima soglia, ossia la raccolta del 5% dell’importo richiesto per ciascuno di essi.

La piattaforma prevede tre soglie distinte: quella del 5%, scaduta il 31 luglio; quella del 70% con scadenza il 30 novembre e quella del 31 dicembre del 100%. Le soglie sono state previste dal team di progetto per un controllo in corso d’opera del gradimento reale delle proposte progettuali.

Cinque progetti hanno superato il primo step, il che significa che in soli 30 giorni la piattaforma ha raccolto ben 2.249,00€. È possibile continuare a sostenere i progetti rimasti sul sito Finanziami il tuo futuro, durante alcuni eventi dedicati e presso la sede dell’Aps Fare a Locorotondo in via Giannone 4 (dal lunedì al venerdì dalle 17:00 alle 21:00).

I progetti che proseguono l’avventura di Finanziami il tuo futuro:

Nextome – Indoor Navigation System: Domenico Colucci, 24 anni, presenta il suo progetto come il più innovativo sistema di indoor positioning. E’ un app per dispositivi mobili che rende possibile la localizzazione in ambienti chiusi come musei e fiere.

Report.age: Silvestro Simeone, 23 anni, vuole contribuire alla promozione delle aziende sviluppando forme di pubblicità “calda” attraverso reportage fotografici ed eventi ad hoc.

Il cavallo delle Murge – La “perla nera” del Sud: L’idea di Checco Curci, 31 anni, è quella di promuovere il Cavallo Murgese attraverso la realizzazione di un documentario che restituisca un ritratto più autentico di una razza equina spesso sottovalutata.

Amore è stare svegli tutta la notte con un bambino malato. O con un adulto molto in salute: “Titolo lungo per un tema su cui spesso si taglia corto” così inizia la sua campagna Franco Montanaro, 28 anni, che vuole realizzare un cortometraggio su amore e disabilità.

Verdemarrò Bonsai Nursery: Paolo Micoli, 31 anni, vuole avviare un centro per la “cura” dei bonsai mettendo a disposizione di chi vuole rivedere la propria pianta rinvigorita, esperienza e, soprattutto, tanta passione.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *