Input your search keywords and press Enter.

Fibronit: sì al progetto definitivo

Il Ministero dell’Ambiente ha approvato il progetto definitivo di messa in sicurezza permanente dell’area ex Fibronit di Bari. Alla conferenza istruttoria seguirà nell’arco di trenta giorni la conferenza decisoria, dopodiché il Ministero potrà emanare un decreto che chiuderà la vicenda nazionale e consentirà all’ente locale di dare il via ai lavori. Il sindaco Emiliano ha, intanto, chiesto in sede ufficiale al Ministero di integrare il finanziamento già stanziato dalla Regione Puglia pari a 10 milioni di euro con altri 4,5 milioni di euro necessari al completamento dei lavori, ricevendo rassicurazioni in tal senso dai rappresentanti del Ministero.

«Questa è un’opera dovuta alla memoria di tutte le vittime dell’amianto della città di Bari, compresa l’ultima persona che si è ammalata, una donna di appena 30 anni, che abitava nella zona e che, pur non avendo mai avuto contatto con la fabbrica, si è ammalata. A lei – e a chi come lei sta lottando – va l’abbraccio, il sostegno e la solidarietà di tutta la città insieme all’augurio di potere vincere la sua importantissima battaglia», ha dichiarato Michele Emiliano. Soddisfazione ed emozione anche nelle parole di Maria Maugeri, consigliere delegato all’Ambiente. «Se le associazioni non si fossero mobilitate fin dal primo momento, se il sindaco Emiliano non avesse fatto approvare la variante urbanistica, se la Regione Puglia non avesse stanziato i soldi necessari, se ognuno dei soggetti coinvolti non avesse fatto la propria parte sino in fondo, non saremmo qui a tagliare questo traguardo di civiltà fondamentale non solo per Bari ma per l’Italia».

Print Friendly, PDF & Email