Ferrovie del Sud Est, si riparte. Viaggia spedita la Ferrotramviaria

foto archivio

I lavori si concluderanno entro fine anno; prima tratta operativa ad aprile 2024. A Bari Nord procede il cronoprogramma

 

Dopo il successo degli incentivi agli utenti per viaggiare con il treno per visitare la Puglia in lungo e in largo, ora è il momento di parlare dei cantieri. Ci sono cantieri che per vari motivi sono rimasti inattivi per molto tempo, tagliando di fatto i collegamenti tra alcune zone della Puglia e creando disservizi alle comunità locali. Tra questi, non possiamo non parlare delle Ferrovie Sud Est, che collegano l’entroterra della provincia di Bari con il Capoluogo. Dopo tanti problemi, ritardi e stop forzati, dopo anni della chiusura totale soprattutto della tratta “via Conversano” che ha portato disagi incalcolabili soprattutto ai pendolari e agli studenti, le tratte della Sud Est potrebbero essere riaperte a breve. Un comunicato ufficiale delle Ferrovie e la dichiarazione lasciata dall’amministratore delegato Giorgio Botti a “Buongiorno Regione” del TGR Puglia hanno fatto gioire i viaggiatori che quotidianamente impiegano tante ore per percorrere pochissimi chilometri.

Ferrovie Sud Est – via Conversano

L’Ad Botti ha detto che “i lavori per il raddoppio dei binari e l’ammodernamento della linea ferroviaria Bari – Putignano (via Conversano) si concluderanno entro la fine dell’anno. Terminate le necessarie procedure autorizzative, una prima tratta tra Rutigliano e Putignano, sarà riaperta al servizio ferroviario ad aprile 2024. L’intera direttrice da Bari a Putignano (via Conversano) sarà attiva entro settembre. Entro il 2026, infine, i treni Diesel in servizio saranno sostituiti da quelli elettrici. Siamo consapevoli dei disagi legati ai servizi sostitutivi sulla linea Bari – Putignano (via Conversano), ce la stiamo mettendo tutta per superare i problemi che sono rimasti su alcuni servizi, sappiamo che ci sono ancora delle criticità puntuali sul sovraffollamento ma siamo coscienti che, con la stabilizzazione degli orari degli istituti scolastici, sarà più semplice aggiustare l’offerta e coniugare le varie esigenze della clientela come vettori del trasporto pubblico locale.”.

Insomma, presto la Sud Est tornerà operativa per servire adeguatamente il territorio.

Ferrovia interrata ad Andria

Intanto non si fermano i cantieri di Ferrotramviaria ad Andria e Barletta. L’assessore ai Trasporti e alla Mobilità Sostenibile della Regione Puglia Anita Maurodinoia ha effettuato un sopralluogo ad Andria per verificare lo stato di avanzamento dei lavori di interramento della linea ferroviaria che attraversa la città. Il tratto è di circa 3 km. In questo modo saranno soppressi ben quattro passaggi a livello, sarà realizzata una nuova fermata interrata Andria Nord e sarà riqualificata ed interrata la stazione di Andria Centrale. Il valore dell’opera è di 72 milioni di euro, mentre il fine lavori è previsto per il 30 giugno 2024.

Due quartieri ricuciti a Barletta

A Barletta, invece, è in corso il progetto “Realizzazione del secondo fronte di stazione della stazione di Barletta, lato via Vittorio Veneto”. I lavori intendono potenziare la stazione di interscambio di Barletta Centrale, realizzare il fabbricato viaggiatori e un nuovo sistema di collegamento, prolungando il sottopasso pedonale, che intende ricucire i due quartieri divisi dalla ferrovia. Il costo dell’intervento è di quasi 4 milioni e dovrebbe concludersi entro fine anno.

I tempi potrebbero dunque dilatarsi, ma c’è l’intenzione da parte della Regione Puglia di accelerarli e superare rapidamente eventuali e ulteriori problemi e criticità. Il bacino dell’utenza è molto grande e molto importante.

Articoli correlati