Input your search keywords and press Enter.

Ferrovia Lecce-Bologna, presto raddoppio nei pressi di Ortona

La ferrovia adriatica Lecce-Bologna è parte del corridoio adriatico, il sistema integrato di collegamenti marittimi, ferroviari e stradali tra Sud-Est europeo e Mar Nero. Nonostante l’importanza strategica della linea, è nota una strozzatura costituita dalla presenza di un solo binario nei pressi di Ortona (un chilometro circa) e per 37 chilometri circa tra Termoli e Lesina: ciò non consente di rendere la direttrice ad alta capacità.

Guglielmo Minervini, assessore della Regione Puglia ai Trasporti, ha annunciato il raddoppio dei binari in questi tratti. L’accordo tra governo regionale, ministero dei Trasporti e RFI prevede finanziamenti per 106 milioni di euro.

«Il progetto – dice Giannini – garantirà una maggior sicurezza di tutta l’area a ridosso della foce del fiume Fortore che sarà attraversata con un viadotto. Sarà così dismessa l’attuale trincea che, in presenza di fenomeni di deflusso straordinario, costituisce “tappo” alla foce e determina pericolosi fenomeni di esondazione».

«A questo punto – conclude – non resta che auspicare che il Governo nazionale, la Regione Molise e Rete Ferroviaria Italiana si attivino, per quanto di rispettiva competenza, per ricercare tutte le soluzioni possibili ai problemi posti dal Sindaco del Comune di Termoli, per prevenire al più presto all’apertura dei cantieri. La Regione Puglia, componente dell’organo di vigilanza del contratto istituzionale di sviluppo, porrà in essere tutti gli adempimenti necessari al fine di contenere i tempi di redazione del progetto definitivo e di realizzazione dell’opera».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *