Input your search keywords and press Enter.

Federparchi si riunisce nel Salento

É stato il Salento ad ospitare l’Assemblea Nazionale di Federparchi – Federazione Italiana Parchi e Riserve Naturali in cui si è cercato di tracciare un bilancio dell’attuale situazione nelle aree protette italiane. I lavori, svolti a Carovigno (Br) presso il Castello Dentice di Frasso, si sono incentrati soprattutto sulle aree marine protette. Tra gli argomenti di discussione forte interesse hanno suscitato le istanze da parte dei gestori delle aree marine di una risoluzione della controversia intorno alla gestione del demanio marittimo costiero all’interno dei confini amministrativi delle AMP.

Tra gli altri è intervenuta la dott.ssa Maria Carmela Giarratano, della Divisione Programmazione e sviluppo delle aree naturali protette del Ministero dell’Ambiente. «L’incontro di Federparchi – ha detto Vincenzo Epifani, presidente del Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto (Carovigno) – ha permesso al Dirigente del Ministero dell’Ambiente di vedere di persona le iniziative intraprese negli anni dal Consorzio di Gestione di Torre Guaceto sia di conservazione, sia di sviluppo sostenibile. La dott.ssa Giarratano ha espresso soddisfazione, soprattutto, sulla capacità dell’Ente di autofinanziarsi, nell’ottica di uno sviluppo sostenibile dell’area». Non casuale, dunque, la scelta della location: «Non è un caso la scelta della Puglia e dell’Area Marina Protetta di Torre Guaceto come sede dell’incontro nazionale – ha tenuto a sottolineare Giampiero Sammuri, presidente di Federparchi –. I temi che abbiamo in discussione (la gestione ambientale in chiara e complessiva sofferenza, le idee per il rilancio dei sistemi regionali e di quello nazionale dei parchi, la valutazione delle pratiche in atto) ci sollecitano ad un confronto con le realtà più attente e in movimento e che stanno sperimentando azioni positive come quelle in atto qui».

Print Friendly, PDF & Email