Fase 2. Il mercato giornaliero a Japigia riapre in ordine e sicurezza

Da via Pitagora i venditori spostati in via Peucetia. App contapersone agli ingressi. Palone: “Affidiamoci al senso di responsabilità dei baresi”

 L’apertura di lunedì 4 maggio è andata bene, il mercato ortofrutticolo giornaliero di via Peucetia a Japigia ha superato l’esame.

La sospensione delle attività decretata, come è noto, dal governo nell’ambito delle misure di emergenza per il contrasto alla diffusione del Covid 19, mentre la sua riapertura è stata definita lo scorso 24 aprile, dopo un’interlocuzione serrata tra l’amministrazione comunale e gli operatori. La soluzione condivisa è stata lo spostamento  dell’attività mercatale in un’area poco lontano da quella originaria e precisamente in via Peucetia, dove è stata allestita un’area recintata con rete metallica necessaria a garantire il contingentamento degli accessi, che sono 4: il primo ricompreso tra via Magna Grecia e via Divisione D’Acqui, il secondo tra via Divisione d’Acqui e l’argine del Canalone. Un altro ingresso è posto a 110 metri dall’incrocio con via Magna Grecia, in corrispondenza del quale l’accesso può avvenire da entrambe le complanari.

Il sopralluogo dell’assessore alle attività economiche Carla Palone ai banche dei venditori. Il pannello in plexiglas è d’obbligo

Nel primo tratto – lungo 242 m e largo 8,10 m, per una superficie complessiva di 1.960 mq – sono posizionati 30 banchi di vendita (tutti di ortofrutta); nel secondo tratto si trovano le 22 bancarelle del mercato giornaliero di generi alimentari e dal 18 maggio saranno posizionate anche quelle del mercato settimanale di merci varie (il cui numero varia nella settimana fino a un massimo di 21). Le due aree mercatali sviluppano rispettivamente 182 m e 227 m di lunghezza, per un totale di 400 m, mentre la larghezza è pari a 10,10 m e la superficie complessiva ammonta a 4.131 mq. Qui l’accesso avviene dalle due testate e da un varco posto a 150 metri dall’incrocio con via Divisione d’Acqui, in corrispondenza del quale l’accesso può avvenire da entrambe le complanari. Anche in questo caso i varchi complessivi sono 4.

App per gli ingressi, non più di 250 persone

Ecco come si presentava stamattina il mercato di via Peucetia. Ringraziamo Giuditta Abbatescianni per la foto

Gli uffici del Comune hanno condotto uno studio che ha stabilito le distanze tra le bancarelle e tra gli avventori; la capienza massima è stata definita considerando gli spazi utili di distanziamento tra le bancarelle. Per calcolare l’affollamento massimo e gestire il mercato in sicurezza, nel rispetto delle prescrizioni vigenti, ci si è rifatti al D.p.c.m. del 26 aprile in merito al rispetto della distanza interpersonale di almeno 1 metro e del dilazionamento degli accessi, nonché alla norma UNI 10338.

Il piano così elaborato ha consentito di individuare anche diversi indici di affollamento dei diversi banchi di vendita, con il risultato che per entrambi i tratti del mercato di via Peucetia è stato stabilito un afflusso che va da 200 a 250 persone. Proprio per mantenere questi numeri è stata attivata un’app in uso al personale presente agli 8 varchi del mercato, che aggiorna in tempo reale il numero degli accessi. La giornata di riapertura ieri ha registrato un picco tra le 10.30 e le 12.30 con una media di 200 cittadini tra le bancarelle nello stesso momento, a riprova che la ripresa del mercato era particolarmente attesa.

«Abbiamo rivisto i sorrisi sui volti degli operatori e dei cittadini che sono tornati per strada – commenta l’assessora allo Sviluppo economico Carla Palone -. Ci auguriamo che la nostra scommessa sul senso di responsabilità di ciascuno sia ben riposta e per questo torniamo a chiedere a tutti di muoversi con coscienza rispettando le regole sul distanziamento sociale, sull’uso dei dispositivi di protezione individuale e sulla pulizia dei luoghi».

 

Articoli correlati