Home Ambiente Faragola siamo noi: arte e incontri per ripartire

Faragola siamo noi: arte e incontri per ripartire

1003
0
SHARE
Il sito archeologico di Faragola
Il sito archeologico di Faragola

Tre giorni di incontri e appuntamenti. La raccolta fondi. I finanziamenti del Ministero. ” Faragola siamo noi “

La raccolta fondi ha sfondato già i 10 mila euro. Il Ministero per i Beni culturali ha invece annunciato uno stanziamento di mezzo milione. Un impegno comune, perché Faragola siamo noi, come recita il titolo della tre giorni di appuntamenti dedicati a uno dei siti archeologici più importanti d’Italia.

Ma Faragola è anche la vittima di un incendio che un mese fa ha provocato ingenti danni, distruggendo parte del tesoro culturale conservato nell’area di Ascoli Satriano.

LEGGI ANCHE: Faragola brucia, in fiamme secoli di storia

IL PREMIO SISIFO

Faragola, però, è ripartita. E l’attenzione arriva anche dall’estero. Al Progetto è stato infatti assegnato il Premio Sísifo d’onore, “in solidarietà e come un sostegno assoluto e senza riserve per la tragedia subita dal complesso archeologico la sera del 6 al 7 settembre e in riconoscimento del lavoro di ricerca di tanti anni, l’impegno del team guidato dal Prof. Giuliano Volpe per il sito, la società e l’ambiente”.

Faragola riparte dopo le fiamme
Faragola riparte dopo l’incendio

Il Premio è stato istituito nel 2016 dal Grupo de Investigación Sísifo nell’ambito del progetto di cultura scientifica Arqueología Somos Todos, per sostenere la ricerca archeologica e la divulgazione del patrimonio archeologico.

«Come Sisifo – ha commentato, ringraziando, lo stesso Giuliano Volpe (presidente del Consiglio superiore dei Beni culturali) -, l’équipe archeologica di Faragola, insieme alle varie Istituzioni coinvolte, il MiBACT, La Regione Puglia, l’Università e il Comune di Ascoli Satriano e con il supporto della comunità locale e dell’intera comunità scientifica internazionale, è pronta a farsi nuovamente carico del lavoro. Abbiamo la certezza che tali fatiche saranno coronate dal successo di restituire alla fruizione di tutti il sito archeologico».

GLI APPUNTAMENTI

Per dimostrarlo, per tre giorni sono in programma appuntamenti e incontri. Si inizia oggi giovedì 5 ottobre alle ore 17,30 presso l’Auditorium del Polo Museale di Ascoli Satriano, con numerosi interventi e testimonianze. Tra queste, Loredana Capone (Assessore regionale all’Industria turistica e culturale), Massimo Mariani (Prefetto di Foggia), Aldo Patruno (Direttore regionale del Dipartimento turismo, economia della cultura e della valorizzazione territoriale) ed  Eugenia Vantaggiato (segretario Regionale MIBACT per la Puglia).

inoltre sarà proiettato il documentario “Faragola Siamo Noi” di Antonio Fortarezza. Previsto, infine, un momento musicale con il Coro “Lanza-Perugini” diretto da Giulia Panettieri.

Testimonianze e visita agli scavi, il programma a Faragola
Testimonianze e visita agli scavi in programma a Faragola

GLI SCAVI

Nelle mattine del 6 e 7 le attività si sposteranno direttamente nel cantiere. Per l’occasione, in programma visite guidate tenute da archeologi che hanno partecipato agli scavi.

Grazie anche a una piccola mostra e a schermi, sarà possibile mostrare vari aspetti del sito. Sabato 7 ottobre, in particolare, si svolgerà un’iniziativa con la partecipazione e le testimonianze di archeologi, restauratori, studenti, rappresentanti di associazioni, ordini professionali, fondazioni e cittadini.

L’obiettivo è parlare del futuro di Faragola. A seguire, in scena Francesco Mastromatteo e la “Piccola Compagnia Impertinente”.

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY