Input your search keywords and press Enter.

FAI e WWF su consumo del suolo: «Bene il Ministro Catania»

«Il Ministro Catania ha avuto il merito di illustrare prime iniziative concrete per frenare l’edificazione nei territori agricoli. A questo punto non possiamo che auspicare una convergenza di tutto il Governo su politiche coordinate che frenino il consumo del suolo e producano una grande stagione di riqualificazione delle nostre città e del nostro territorio. Quella del ministro Catania è finalmente una prima iniziativa per arrestare quel processo irreversibile che dal Dopoguerra ad oggi ha caratterizzato lo sviluppo dell’Italia. Ci auguriamo che sia il primo segnale concreto che porti a considerare il patrimonio naturale, paesaggistico, culturale e territoriale come parte integrante della ricchezza della nazione ed elemento fondamentale per il benessere della collettività». Questo il giudizio di FAI e WWF sul pacchetto di iniziative presentate dal Ministro delle Politiche Agricole e Forestali, Mario Catania (nella foto). «Nel merito dei contenuti del provvedimento illustrati dal Ministro Catania, FAI e WWF ritengono che ci siano tre i punti di forza che fanno dire alle due associazioni che si è sulla buona strada: 1. la norma che stabilisce che venga determinato un tetto alla ‘estensione massima di superficie agricola edificabile’; 2. l’abrogazione della disposizione che consente ai Comuni di coprire le spese correnti con gli introiti derivanti dal pagamento degli oneri di urbanizzazione; 3. il vincolo decennale di destinazione d’uso per i terreni agricoli, che abbiano ricevuto aiuti comunitari e statali».

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *