Europa, tra transizione green e digitale

Stasera, la Fondazione Di Vagno con “Lèggere Parole” spiega l’Europa e le sue mille sfaccettature

 

Negli ultimi anni, la Fondazione Di Vagno ha ritenuto necessario dedicare spazio alla formazione culturale, rivolgendosi principalmente alle giovani generazioni. Prima con il festival “Lectorinfabula”, giunto alla sua 17esima edizione, considerato come vero e proprio momento di “apertura” ad un territorio vasto, frutto di ricerca e analisi sui temi della contemporaneità.

Nel 2020, con l’emergenza legata alla pandemia da Covid19, è nata invece l’iniziativa di “Lèggere Parole”, incontri e dibattiti interamente online frutto di una sperimentazione, per quanto riguarda la promozione culturale, attraverso l’uso delle innovazioni tecnologiche e di nuovi linguaggi.

L’idea è di aprire spazi per nuovi spunti di riflessione e di incontro, rivolgendosi in modo particolare a studenti dell’ultimo anno dei licei, a universitari, e più in generale a chi è interessato alla partecipazione democratica della vita pubblica, per offrire una possibilità di formazione di un’opinione pubblica attraverso gli strumenti e i mezzi di educazione alla cittadinanza democratica.

Per il 2021, con una situazione emergenziale in via di risoluzione grazie alla campagna vaccinale, la Fondazione ha pensato ad una formula “mista”, con l’obiettivo di conciliare le esigenze di prevenzione e distanziamento con la dimensione sociale e pubblica dei festival e della promozione culturale.

Con gli appuntamenti online di “Lèggere Parole” protagonista sarà l’Europa e l’attesa Conferenza sul futuro dell’Europa. Un processo “dal basso” per ripensare il cammino dell’integrazione europea, a partire da idee e proposte degli stessi cittadini europei.

Un grande esercizio di democrazia partecipativa, dunque, che si svolgerà secondo le linee guida di una Carta “per i cittadini e gli organizzatori di eventi” che in modo essenziale richiama valori e principi dell’Ue e indica modalità pratiche e organizzative.

Ecco il programmi degli appuntamenti:

  • martedì 1 giugno ore 18:00 – Un’idea di Europa con Anna Maria Giordano, Tiziana Di Simone ed Eric Jozsef;
  • venerdì 4 giugno ore 18:00 – Next Generation EU con Brando Benifei insieme ad Antonia Carparelli;
  • giovedì 10 giugno ore 18:00 – Transizione green e digitale insieme a Monica Frassoni ed Enzo Lavarra;
  • lunedì 14 giugno ore 18:00 – Il futuro dell’Europa insieme a Enzo Amendola e Antonio Parenti;
  • venerdì 25 giugno ore 18:00 – Frontiere d’Europa con Giuseppe Zaffuto ed Ennio Triggiani;
  • martedì 29 giugno ore 18:00 – L’Europa dei diritti con Lia Quartapelle e Thierry Vissol.

Tutti gli incontri saranno introdotti da Oscar Buonamano, direttore di Pagina’21

Nel terzo appuntamento si parlerà di “Transizione green e digitale”. Interverranno Monica Frassoni presidente della “European Alliance to Save Energy” e dello “European Center for Electoral Support”, e Enzo Lavarra del board “EUROPARC Federation” con sedi a Bruxelles e Barcellona, già parlamentare europeo.

Appuntamento questa sera, giovedì 10 giugno, a partire dalle 18.00, sui canali social della Fondazione Di Vagno e di Pagina’21.

Articoli correlati