Input your search keywords and press Enter.

Estate, un’occasione in più per scoprire la “perla” dell’Adriatico

 

Uno degli angoli più caratteristici di Polignano a Mare (BA)

Quest’estate vale la pena scoprire la “perla” dell’Adriatico non soltanto perché è la città di Domenico Modugno, di cui ricorre l’anniversario della sua morte, ma per il suo mare e le ricchezze che offre. A Polignano a Mare ci si può andare dal 22 al 24 agosto per Mareviglioso – la festa del pesce e palio del mare. La manifestazione è organizzata dall’associazione culturale con il patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Bari, Comune di Polignano a Mare e Gruppo di Azione Costiera (GAC) “Mare degli Ulivi”. Di rilievo sono anche le partnership, fra le quali l’organizzazione intergovernativa Centre International de Hautes Etudes Agronomiques Méditerranéennes (CIHEAM), l’Istituto Agronomico del Mediterraneo (IAM) di Bari, La Gazzetta del Mezzogiorno, la Condotta di Bari di Slow Food e la sezione Murgia dell’Associazione Italiana Sommelier (AIS).

Tre giorni di eventi – In questi tre giorni si avrà la possibilità di fare un “tuffo” alla scoperta di storie, sapori e tradizioni mai dimenticate, amate ed apprezzate in tutto il mondo.

Mareviglioso ha l’obiettivo di promuovere il mare ed il suo pescato

L’intero evento ha l’obiettivo di promuovere il mare ed il suo pescato, a cui fanno da “cornice” tutti i prodotti tipici e ben noti di queste terre come olio e vino, fino ai simboli universali dei sapori pugliesi, come i prodotti da forno ed i piatti tipici. Saranno oltre 50 gli stand per scoprire e gustare i sapori di queste terre, tra cui gli stand Presidi Slow Food, che da sempre tutelano le tipicità regionali. Si potrà partecipare a dibattiti culturali, organizzati da La Gazzetta del Mezzogiorno, CIHEAM e Slow Food, show cooking con chef pugliesi di fama e stellati, concerti di musiche mediterranee, oppure visitare mostre fotografiche dedicate alle peculiarità del territorio, le sue bellezze, i suoi mestieri antichi. Si potranno visitare anche i mercatini di artigianato locale o assistere ad attività di intrattenimento e spettacolo che animeranno tutto il paese, in particolare i suoi caratteristici vicoli. Un grande evento sarà poi il Palio del mare: nella splendida cornice di una scogliera unica nel suo genere 12 gozzi, tipiche imbarcazioni dei pescatori locali, delle marinerie di 4 paesi (Polignano a Mare, Monopoli, Fasano e Mola di Bari), che fanno parte del Gruppo di Azione Costiera (GAC) “Mare degli Ulivi” si confronteranno per aggiudicarsi il primo posto remando con la sola forza delle braccia, proprio come accadeva nei tempi passati. 

 

Ritorna il “Palio del mare” (nella foto, la passata edizione) che vedrà confrontarsi le marinerie di Polignano a Mare, Monopoli, Fasano e Mola di Bari, che fanno parte del Gruppo di Azione Costiera (GAC) “Mare degli Ulivi”

Tutti insieme per il successo di Mareviglioso – «La manifestazione è varia perché offre stand di degustazione di prodotti ittici, fra i quali il principe dei nostri mari è il pesce azzurro, ed incontri culturali sulla tutela e l’attenzione verso il mare, le possibilità di ripresa dalla crisi», sottolinea Bartolo L’Abbate, presidente dell’associazione Ma.Ter. promotrice dell’iniziativa. Secondo Domenico Vitto, sindaco di Polignano a Mare «è una manifestazione su cui puntare perché il mare con le sue specie ittiche sono riferimenti del nostro paese. Per questo abbiamo ripreso un evento che si svolgeva anni fa ed aggiunto il Palio del mare che sta avendo una bella risonanza. Vogliamo, insomma, continuare ad investire in questo settore attraverso un percorso che riteniamo sia quello che permetta al paese di crescere. La scommessa adesso è rendere fruibile questa risorsa». L’amministrazione comunale, infatti, ha permesso il montaggio di una pedana a S. Vito per i diversamente abili e sta valutando il piano spiagge. Il presidente del GAC “Mare degli ulivi”, Pierantonio Munno, invece, ricorda che «la nostra finalità è la valorizzazione della risorsa del mare e la crescita dei territori del bacino attraverso una misura per il miglioramento sostenibile di questi luoghi. Cerchiamo di creare maggiore redditività all’ambiente costiero».

I fondi ammontano a 2,3 milioni di euro. Attualmente sono state attivate le misure per la pesca-turismo, itti-turismo e miglioramenti per i sistemi a bordo di pescherecci. «Contribuiamo – ha aggiunto Munno – a valorizzare il patrimonio già esistente e rendere il territorio più attrattivo dal punto di vista turistico».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *