Input your search keywords and press Enter.

Epta ed il programma di sostenibilità ambientale

Epta, produttore di banchi frigoriferi, presenta il suo primo Corporate Social Responsability Report, piano strategico aziendale votato alla sostenibilità. La sostenibilità è infatti diventata un imperativo per le imprese: modelli di responsabilità sociale hanno le loro positive ricadute sull’ambiente, sulle persone, sull’economia.

Il reparto Ricerca & Sviluppo di Epta sta studiando tecnologie ecologiche, come i sistemi refrigeranti interamente a CO2. Secondo alcune stime, l’utilizzo di refrigeranti naturali si traducono in una riduzione pari a 474 tonnellate di CO2 in 10 anni, valore che corrisponde a 50 ettari di una foresta costituita da circa 11.026 nuovi alberi.

L’azienda applica al ciclo di produzione il metodo scientifico LCA (Life Cycle Assessment), per quantificare l’impatto ambientale. Questo strumento è oggi interpretato in modo più estensivo: Epta valuta anche l’intero ciclo di vita delle produzioni, fino alla valutazione dell’efficienza del prodotto finale.

I materiali maggiormente utilizzati nei banchi (acciaio, alluminio e vetro) sono riciclabili, in percentuale diversa. Allo stesso tempo, anche gli stabilimenti sono stati resi più efficienti: ne è un esempio Limana, in provincia di Belluno. Presso questa fabbrica è stato installato un impianto di cogenerazione in grado di soddisfare l’80% del fabbisogno energetico termico ed elettrico dell’intera struttura. Un sistema che, oltre ad abbattere i consumi di circa il 16% per la lavorazione di 22.440 tonnellate di materiale, produce energia pulita ed è in grado di assicurare il funzionamento dei macchinari anche in caso di black out. L’impianto fotovoltaico, implementato successivamente, ha infine consentito al sito bellunese di diventare completamente autonomo dal punto di vista energetico.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *