Input your search keywords and press Enter.

Epidauro, Architettura come forma

Uno schizzo del teatro di Epidauro per la copertina del libro

«Epidauro è il taccuino di un architetto viaggiatore che, per guarire delle malattie del Novecento si interroga sulla forma, sull’architettura come forma, cercando una forma, una nuova forma o un’alternativa a essa, tra le forme possibili». Così Domenico Tangaro spiega cosa c’è alle radici di Epidauro, Architettura come forma, l’agile volumetto che raccoglie in 25 disegni la riflessione sullo spazio e sulle forme – particolari, aggiungiamo – che con quello spazio interagiscono. Il libretto si presenta come un taccuino frutto del viaggio che l’autore (collaboratore di Ambient&Ambienti) ha fatto dieci anni fa in una terra come la Grecia, impregnata di arte e di storia. In particolare la città di Epidauro, unica nella sua magia che le deriva dall’essere stata dal IV secolo A.C. il santuario di Esculapio (il dio della medicina) e dall’ospitare il teatro di Policleto dall’acustica perfetta. Quel teatro inserito meravigliosamente nell’ambiente naturale, in sintonia con la natura e col sentire dell’uomo greco già più di 2500 anni fa, è stato riportato nei 25 schizzi di Tangaro, con l’intento di tirarne fuori il fascino del passato sì, ma forse ancora di più con il desiderio di trovare una risposta nella percezione della “forma”, intesa come valore assoluto, alle domande che ci si pone su di sè. Insomma, guardando fuori, e recuperando esempi di purezza compositiva, si può cominciare a esplorarsi, per ritrovare in sè quella purezza e perfezione che certe forme architettoniche custodiscono.

La copertina del testo originale

Tutto ciò è possibile se si ha una educazione alla ricerca e l’autore, che è architetto, ha saputo mettere a frutto questa sua sensibilità: tanto forte che il volumetto, malgrado risalga al 2002, è stato inserito tra i testi di riferimento per il seminario di Disegno dal vero organizzato dal Politecnico di Bari. Così, insieme agli studi di Leonardo da Vinci, agli schizzi di Renzo Piano, alle opere teoriche di Frank Lloyd Wright e ad altri testi fondamentali per gustare e imparare la tecnica e lo spirito del disegno dal vero, compare il volumetto su Epidauro. Il libro è ormai introvabile ma – quasi miracolo di Natale -, Feltrinelli a Bari distribuisce le copie rimaste – unico punto vendita in Italia. Un piccolo pensiero natalizio che vale la pena di prendere in considerazione.

Domenico Tangaro, Epidauro, Architettura come  forma, con note di Raffaele Nigro, Electa, 2002, pagg 64,  € 7

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *