Energia, Puglia avvia ricognizione progetti PAES

Il Piano di Azione per l’energia sostenibile (PAES) è un documento previsto dal Patto dei Sindaci, al fine di raggiungere l’obiettivo minimo di riduzione delle emissioni inquinanti entro il 2020. Esso definisce le attività e gli obiettivi, valuta i tempi e le responsabilità assegnate. I firmatari del Patto sono liberi di scegliere il formato del proprio PAES, a condizione che questo sia in linea con i principi enunciati nelle Linee Guida del PAES.

L’assessorato alla Qualità dell’ambiente della Regione Puglia ha avviato una ricognizione dei progetti che possono essere immediatamente realizzabili. Ha dichiarato l’assessore Lorenzo Nicastro: «Abbiamo intenzione di valorizzare al massimo gli sforzi che le amministrazioni locali stanno facendo nel campo degli interventi coerenti con il Piano di Azione per l’energia sostenibile. Per questo stiamo considerando tutti gli interventi che siano ad uno stato di progettazione definitiva con possibilità di essere realizzati al massimo entro 12 mesi dalla data di ammissione a finanziamento. Si attingerà dai fondi del Pogramma Operativo Interregionale energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013».

«Vogliamo rendere efficace la nostra interlocuzione col ministero competente e, quindi, premiare gli sforzi di quegli amministratori che stanno guardando al futuro della propria realtà anche sotto il profilo della sostenibilità ambientale e dell’efficientamento energetico». Nicastro invita tutti gli amministratori che hanno progetti pronti a darne comunicazione agli uffici dell’assessorato, «affinché ci si possa coordinare col ministero per le risorse da destinare alla nostra Regione».

Articoli correlati