Input your search keywords and press Enter.

Energia green alle Olimpiadi di Londra 2012 da GE

Risparmiare circa 13.000 tonnellate di CO2 l’equivalente delle emissioni annue di circa 6.500 autovetture private circolanti in Europa. È l’obiettivo prefisso da General Electric, Partner Globale delle prossime Olimpiadi di Londra 2012, fornitore esclusivo di una vasta gamma di servizi e prodotti a supporto dei Giochi.

Due nuovi centri energetici a Stratford City e Kings Yard a Londra, che operano in modalità di “trigenerazione“, sono pronti a fornire 10 megawatt (MW) fra elettricità, riscaldamento e raffreddamento efficienti per i Giochi Olimpici e Paraolimpici di Londra 2012, e proseguiranno poi nel loro compito anche a evento finito per supportare le aree residenziali e commerciali di East London. Gli impianti utilizzano tre unità a cogenerazione Jenbacher J620 da 3,3 MW di GE (NYSE: GE) approvate ecomagination per produrre elettricità equivalente al fabbisogno di circa 24.000 abitazioni del Regno Unito.

La realizzazione dei centri energetici rappresenta un punto di riferimento nel piano di Londra 2012 di incrementare l’uso di energia alternativa, conservazione idrica e riciclaggio, al fine di ridurre al minimo l’impatto ambientale dei Giochi. La London Olympic Delivery Authority ha realizzato i vari progetti nell’ottica di raggiungere l’obiettivo del 20% di riduzione delle emissioni inquinanti pur rispondendo alla richiesta energetica della città che ospiterà più di 15.000 atleti, oltre a milioni di spettatori.

“I nostri centri energetici alimentati dai motori a gas di GE sono essenziali non solo per il successo dei Giochi Olimpici di Londra 2012, ma anche per l’impegno di realizzare un ambiente residenziale e commerciale maggiormente sostenibile anche a Giochi conclusi”, ha osservato Simon Wright, Direttore delle Infrastrutture della Olympic Delivery Authority. “Le centrali di Stratford City e Kings Yard sono destinate a supportare il futuro sviluppo commerciale dell’area di East London per almeno 40 anni”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *