Input your search keywords and press Enter.

Energia e clima, appello al presidente UE Renzi

Oltre venti associazioni e network ambientalisti hanno sottoscritto un appello al Premier Renzi, presidente di turno dell’Unione Europea. Per le associazioni ambientaliste servono obiettivi europei più ambiziosi su energia e clima, che tengano conto del ruolo cruciale delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica. Occorre portare avanti una reale transizione verso un sistema energetico a zero emissioni di carbonio e per ridurre la dipendenza europea dalle importazioni di energia.

La richiesta mossa al Governo italiano è di sostenere con forza un ambizioso accordo politico per il nuovo quadro comunitario al 2030: – 55% di emissioni, – 40% di consumo energetico, + 45% di energia rinnovabile.

La presidenza italiana, nel Consiglio Europeo del 23 e 24 ottobre prossimo, è chiamata a giocare un ruolo centrale nella definizione dell’accordo sul nuovo quadro comunitario per il 2030 su clima ed energia. L’Italia non può limitarsi a svolgere un ruolo semplicemente notarile di presidente di turno dell’Unione europea. È chiamata a mostrare con i fatti la sua capacità di leadership e volontà politica di investire nello sviluppo di un’economia europea a basse emissioni di carbonio che può farci superare la doppia crisi climatica ed economica creando nuove opportunità dal punto di vista dell’occupazione, dell’innovazione e dello sviluppo di tecnologie pulite.

Sul tema energia e clima, Greenpeace, Legambiente e WWF organizzano il convegno Europa 2030. Obiettivi ambiziosi per la lotta ai cambiamenti climatici e l’energia, che si terrà giovedì 9 ottobre a Roma.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *