Energia democratica, Rifkin ed esperto reti fanno il punto

Jeremy Rifkin

Fare il punto sullo stato, sul ruolo e sui cambiamenti dell’energia a livello internazionale. Venerdì 5 settembre si terrà a Trento l’incontro tra Jeremy Rifkin, economista e saggista americano, guru dell’idrogeno e Marco Santarelli, esperto in fisica sociale e analisi delle reti, associato di ricerca per enti internazionali e direttore Ricerca&Sviluppo di Network. L’incontro si terrà nell’ambito dell’evento Free Energy: Jeremy Rifkin presents The Zero Marginal Cost Society.

I lavori, che prenderanno il via alle 20 nell’aula grande della Fondazione Bruno Kessler, saranno introdotti proprio da Santarelli, il quale illustrerà i temi al centro del dibattito e delle riflessioni di uno dei maggiori esperti dei nostri giorni in quanto a energia democratica.
«La rivoluzione, necessaria, della nostra società, caratterizzata da un utilizzo massiccio di fonti fossili e fortemente inquinanti per il nostro pianeta, può e deve avvenire con la produzione e il consumo dell’energia attraverso uno studio approfondito delle cose che circondano e che vengono fatte interagire, intrecciate, a formare una rete, come quella di Internet. Da qui bisogna creare un’infrastruttura intelligente».

Secondo Santarelli, non basta incentivare le fonti rinnovabili, ma bisogna gestire un modello di sviluppo volto da una parte a incentivare l’attenzione ai comportamenti di produttori e consumatori, dall’altra a creare un sistema di rete elettrica capace di integrare elementi di accumulo e di produzione di energia con una gestione decentralizzata.

L’incontro sarà dedicato alla presentazione dell’ultimo libro di Rifkin, dal titolo La società a costo marginale zero. Nel volume, l’autore analizza la rivoluzione in atto nel modo di produrre e consumare; rivoluzione il cui motore è il cosiddetto Internet delle cose, che sta dando origine al Commons collaborativo, primo nuovo paradigma economico in grado di trasformare il modo di organizzare la vita economica e di democratizzare l’economia globale, dando vita a una società ecologicamente più sostenibile.

Marco Santarelli è reduce da un acclamato tour estivo sulla costa abruzzese de La scienza in valigia, spettacolo che lo vede protagonista accanto a Biro, un robottino che osserva le abitudini energetiche delle famiglie e, con un’attenta diagnosi, consente di tagliare la bolletta fino al 30%.

[fonte: ANSA]

Articoli correlati