Input your search keywords and press Enter.

Elisa & Torre Guaceto: il video magnetico

Ambient&Ambienti ne aveva dato notizia qualche settimana fa: la cantante di fama internazionale Elisa aveva scelto Torre Guaceto per le riprese del suo ultimo videoclip Bruciare per te .  Il video è sul web da poco ed ha già  superato 1 milione e 900mila visualizzazioni.

Complice la suggestiva location e le riprese fatte in giornate non proprio soleggiate, Elisa dà vita ad una storia che per quanto riguarda la riserva naturale, è giocata su toni e colori autunnali, restituendo un nuovo sguardo sulla macchia mediterranea, il mare e il cielo di Torre Guaceto.

La stessa Elisa, durante le riprese dal 9 all’11 settembre scorsi, aveva detto che proprio l’atmosfera «quasi lunare» di Torre Guaceto l’aveva letteralmente stregata e le aveva permesso di girare un video «potente e di grande pathos».«Sono rimasta molto colpita dalla varietà di vegetazione e dal paesaggio di Torre Guaceto –  disse Elisa a conclusione delle riprese – durante la scelta dei luoghi in cui girare, abbiamo camminato su di una spiaggia con ampio bagnasciuga, poi siamo passati ad una rocciosa con alghe nere, quasi lunare, poi siamo arrivati su delle collinette. Sembrava uno scorcio di Cornovaglia, un paesaggio nordico. Ora dopo la pioggia vediamo paesaggi pazzeschi, Torre Guaceto è un posto magico. Questo video deve tantissimo a questa ambientazione, abbiamo scelto questa location per rendere il video potente, se non avessimo scelto un ambiente del genere, il video avrebbe avuto un pathos decisamente minore».

Bruciare per te è il terzo singolo estratto dall’album On, uscito ad agosto 2016 ed è uno dei due brani composto in italiano; il testo, scritto interamente da Elisa, rappresenta una vera e propria poesia scritta per Andrea Rigonat, marito dell’artista e suo chitarrista e, a detta dei critici può essere definita definire come una via di mezzo tra una ballad romantica ed un pezzo elettro-pop.

(foto Giuseppe Lanotte)

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *