Input your search keywords and press Enter.

Edilizia, servono nuovi cantieri

L’apertura di nuovi cantieri edili è la soluzione alla crisi che sta interessando il settore edile. Solo in questo modo si può ridare “fiato” ad un comparto vitale per l’economia pugliese che può assicurare il mantenimento di migliaia di posti di lavoro. I costruttori salentini nei giorni scorsi hanno manifestato problemi e difficoltà del settore, fra le quali la richiesta di snellimento delle procedure regionali che frenano o ostacolano lo sviluppo economico. Un esempio di burocrazia macchinosa è quello che riguarda la realizzazione del Porto di Otranto, dove si rischiano di perdere 50milioni di euro di investimento da parte dei privati che potrebbero tradursi in centinaia di posti di lavoro. Altro esempio è la mancata realizzazione della nuova sede della Questura di Lecce. A condividere le loro preoccupazioni sono alcuni rappresentanti della Regione Puglia, fra i quali il consigliere Negro. “E’ tempo – spiega – di avviare una politica che indirizzi le banche verso il credito alle imprese e dare attuazione a quei finanziamenti più volte deliberati dal Cipe per la realizzazione delle infrastrutture che consentirebbero alla nostra regione di mettersi al passo del resto del Paese. Indifferibile diventa anche la modifica del patto di stabilità da parte del Governo che consentirebbe di liberare risorse bloccate nelle casse degli enti, ridando ossigeno alle imprese e sostegno all’economia”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *