Input your search keywords and press Enter.

Edilizia scolastica: nella città metropolitana di Bari 70 scuole antisismiche

Per il Piano regionale triennale di edilizia scolastica 2018/2020, la Città metropolitana di Bari ha candidato a finanziamento 70 progetti per l’adeguamento sismico di altrettanti istituti scolastici superiori

Entro il 2020 settanta scuole superiori  della Città Metropolitana di Bari verranno adeguate alle norme antisismiche. Il tutto rientra nell’avviso pubblico per la formulazione del Piano regionale triennale di edilizia scolastica 2018/2020, per il quale la Città metropolitana di Bari ha candidato a finanziamento 70 proposte progettuali. La richiesta di accesso ai fondi previa progetto scade il 2 luglio.

Ad Amatrice, una scuola semidistrutta dal terremoto del 2016

Il Piano regionale triennale di edilizia scolastica 2018/2020, i cui fondi sono destinati alla Città metropolitana di Bari, alle Province ed ai Comuni della Regione Puglia, è finalizzato al finanziamento di interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico di immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica statale, nonché la costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici e la realizzazione di palestre scolastiche nelle scuole o di interventi volti al miglioramento delle palestre scolastiche esistenti.

Il finanziamento previsto è di circa 70 milioni di euro, una boccata d’ossigeno per gli istituti superiori di Bari e non solo:  Abbiamo puntato sull’adeguamento sismico candidando a finanziamento quasi tutti i nostri edifici scolastici superiori che presentano gravi carenze strutturali in merito, perché costruiti prima della nuova normativa antisismica” commenta Vito Lacoppola, consigliere metropolitano delegato alla “Programmazione della rete scolastica del territorio metropolitano, Edilizia scolastica e Patrimonio”.

LEGGI ANCHE: Scuola: energetica, antisismica, in legno

Per mettere a punto la proposta progettuale e rispettare la scadenza odierna del bando pubblico è stata istituita una task force di tecnici e amministrativi del Servizio Edilizia dell’Ente che ha predisposto le 70 proposte progettuali da candidare.

Col precedente governo Gentiloni sono stati resi disponibili 1,058 miliardi di euro  per 1739 interventi relativi all’adeguamento alla normativa antisismica nelle scuole. Negli ultimi 4 anni sull’edilizia scolastica sono stati investiti circa 10 miliardi.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *