Ecoweekend tra fanóve, trekking ed ecolibrerie

Archiviate le festività natalizie, si torna a godere del paesaggio con visite guidate, trekking urbano e feste tradizionali, come I fanóve di Castellana grotte.

I fanóve

Da 329 anni la città di Castellana Grotte celebra nella notte dell’11 gennaio Santa Maria della Vetrana, patrona della città, dedicandole l’accensione di quasi 100 fanóve, maestose cataste di legna che ardono in tutta Castellana, dal centro abitato alla più lontana contrada.

Dalle 19, nel centro storico il tepore che diffondono le maestose Fanóve darà vita, ancora una volta, ad un’eccezionale festa in cui godere di gastronomia tipica, canti popolari e del calore della tradizione che, di anno in anno, invoglia migliaia di visitatori a recarsi a Castellana Grotte.

La Grotta bianca

Un appuntamento rivolto a ricordare e celebrare la scoperta della Grotta Bianca, ripercorrendo i passi di Vito Matarrese, pioniere della speleologia locale a cui si deve la conoscenza di quella considerata la più bella fra le caverne del sistema sotterraneo castellanese. Si tratta di “E fu splendore – 80 anni di Grotta Bianca”, evento che domenica 12 gennaio impegnerà le Grotte di Castellana per tre differenti momenti.

La mattinata prenderà il via alle ore 11:00 presso il Museo Speleologico “Franco Anelli”, dove ai saluti del sindaco di Castellana Grotte Francesco De Ruvo, del presidente della Grotte di Castellana srl Victor Casulli e agli interventi istituzionali delle autorità presenti seguiranno due approfondimenti, uno a cura di Pino Pace, esperto conoscitore della storia delle grotte, e l’altro di Marco Matarrese, nipote dello speleologo, che punteranno l’attenzione sulla scoperta della caverna, definita per la ricchezza e il candore dell’alabastro la “più splendente del mondo”, avvenuta ad opera di Vito Matarrese, che a partire dal 1938 affiancò Franco Anelli per tutta la prima fase di esplorazione delle grotte per proseguire successivamente in solitaria. A moderare gli interventi sarà la giornalista Mediaset, Rossella Ivone. L’evento proseguirà alle ore 12 presso la sala di accesso al sito carsico, dove sarà inaugurato il busto realizzato in onore a Vito Matarrese e si chiuderà alle 13 con un rinfresco presso la vicina Taverna degli Amici. Info www.grottedicastellana.it.

Idee per un’economia ecologica

Un nuovo evento ‘green’ a Parcocittà di Foggia. È “Eco – Idee e racconti per un’economia ecologica” l’incontro in programma sabato 11 gennaio (ore 18.30). Se l’ecologia fa pensare alla difesa del paesaggio e dell’ambiente – spiegano i promotori dell’iniziativa -, l’economia fa pensare al profitto in tutto e per tutto, al netto di sacrifici. Sarà così o ci sono nuovi modi di intendere l’economia e l’ecologia? È possibile vivere quotidianamente l’esperienza di un’economia ecologica, nella nostra città, nella nostra vita di tutti i giorni? Ed è possibile raccontare l’ecologia con una visione verso il futuro, improntata sui benefici oltre che sulle problematiche? Su questo, dopo i saluti del coordinamento di ParcoCittà, si confronteranno Marco Manzo (rappresentante TrashChallenge Foggia), Federica Tonti e Giulia Ricciardi (fondatrici iPez), Laura Longo (regista e scenografa LazoCrew) e Alessia Roberta Scopece (Blogger/Giornalista Mondocolorato).Ingresso libero.

L’ecolibreria a Taranto

A Taranto nel weekend si avvia la realizzazione dell’ecolobreria. Appuntamento domenica 12 gennaio alle 10.30 a Parco Cimino. L’invito è quello di portare cassette di legno resistenti (tipo ortofrutta) e rimasugli di pittura, vernici e bombolette spray ed eventualmente libri usati (no dizionari, enciclopedie e libri scolastici). Una volta attivata, la libreria funzionerà così: verrà donato un libro ogni 10 bottiglie di plastica consegnate e che successivamente saranno riciclate da Amiu Spa Taranto. In questa occasione saranno disponibili anche le borracce in alluminio marchiate Plasticaqquà Taranto, le eco bag ed i posacenere portatili.

Leggi anche. Biblioteche sulla barca a vela, sulla neve o nel frigo: c’è sempre spazio per i libri

La pittura con ago

Anche quest’anno ripartono i week end del SerapiaLab nel Parco delle Dune Costiere presso l’Albergabici (Casa Cantoniera di Montalbano di Fasano) con un laboratorio nuovo: il corso di pittura con ago. Ad accompagnare in questo percorso straordinario ci sarà Lina Colucci. La pittura con ago è una tecnica antica che i Cristiani hanno ereditato dall’Oriente. Il tema del corso saranno gli alberi della nostra terra: ulivo, fragno, fico e vite. L’obbiettivo del corso è l’apprendimento della tecnica base dell’arazzo, fino al completamento di un semplice lavoro che ogni corsista realizzerà ed esporrà poi nella giornata finale. Si parte l’11 e 12 gennaio con approccio alle basi dell’arazzo, scelta dei materiali e dei supporti. Info 3286474719 (solo whatsapp).

Trekking per scoprire Martina

Trekking urbano per scoprire il centro storico di Martina Franca e la Valle d’Itria. Un percorso fatto di colori, tradizioni, fascino, bellezza, per unire la storia alla natura, la città alla campagna. Sapremo di duchi, nobili signori, contadini, trulli e chiese. Le chiese, infatti, saranno protagoniste. Se ne conteranno ben 7 fino alla chiesa di Sant’Antonio ai Cappuccini. Qui, tra altari lignei interamente intarsiati con acero, bosso e noce, scopriremo la chiesa storicamente dedicata alla Vergine “Che indica la via”, di provenienza orientale, chiesa che sorge su un più antico luogo di culto ipogeo, inizialmente grotta e successivamente cisterna. Appuntamento domenica 12 gennaio, a Martina Franca, dalle 10.

La gola murgiana

Una meravigliosa gravina collinare da esplorare con un trekking suggestivo. Si visita una impervia “gola” murgiana, in compagnia di Guide Professionali Aigae/Lagap, biologi ambientali e speleologi. Una domenica di avventura scoprendo una gravina quasi sconosciuta – Gravina Pistone, Murgia dei Trulli (nei pressi di CIsternino) – , dalla natura intatta e un fascino senza tempo. È il nuovo itinerario firmato Pugliavventura: si tratta di una “Forra Fossile” che si affaccia sulla maestosa piana degli Ulivi: un ripido canyon in miniatura, con massicce pareti di roccia calcarea a strapiombo e dislivelli di impatto scenografico che in alcuni tratti superano i 50 metri. Info pugliavventura.com.

Runners per cross Terra di Bari

2° cross “Terra di Bari”

I runners nel parco di Lama Balice per una corsa campestre organizzata da un gruppo di atleti del Comando di Polizia Locale di Bari, con la collaborazione tecnica della Fabrica di Corsa, con l’ausilio dell’IPA Ba1 (International Police Association) e della FIDAS. La gara, “Cross Terra di Bari”, è in programma domenica 12 gennaio 2020, a partire dalle ore 8.30. Info 392.0756971.

Il Mito e la poesia

Una insolita passeggiata all’interno delle sale del Museo Jatta di Ruvo di Puglia, rivolta a bambini e ragazzi dagli 8 ai 13 anni che avranno l’opportunità di entrare, attraverso l’osservazione dei reperti presenti nel museo e le letture scelte ad hoc, nel meraviglioso mondo degli dèi. Si leggeranno testi scelti per avvicinare al piacere della lettura e all’ascolto attivo e partecipato. Appuntamento sabato 11 gennaio alle ore 17.00 per “Il mito e la poesia”. Info 345.6383783.

Articoli correlati