Ecoweekend “arancione” all’aria aperta

Ciclopasseggiate nell'ecoweekend

Musei chiusi e mostre inaccessibili al pubblico. Con annessa l’impossibilità di muoversi tra i Comuni in Puglia, si rende impossibile anche coinvolgere pubblico dalle zone vicine.

E così, il primo weekend arancione si trasforma in una serie di eventi annullati, in attesa di nuove disposizione e di “inventare” nuovamente qualche tour in versione online, sfruttando le potenzialità del web.

Musei off limits

In conformità con le nuove disposizioni contenute nel DPCM del 3 novembre, finalizzate a contrastare l’evolversi della situazione epidemiologica, fino al 3 dicembre i luoghi della cultura afferenti la Direzione regionale Musei Puglia resteranno chiusi al pubblico.

PugliArte e Gargano NaTour

C’è poi chi ha consultato esperti di diritto e forze dell’ordine per decidere se sospendere o proseguire con le visite guidate e le escursioni. Realtà come PugliArte e Gargano NaTour, che hanno promosso eventi fino a poche ore fa, hanno poi deciso di desistere. “Nonostante a nostro parere sia consentito svolgere attività organizzate in zona arancione – è l’indicazione di Gargano NaTour – al fine di evitare spiacevoli episodi agli escursionisti dovute a interpretazioni ambigue, con rammarico sospendiamo ogni attività escursionistica fino a data da destinarsi. Ma restate sintonizzati perché a breve organizzeremo una serie di attività online”.

Il parco delle Dune Costiere

Proseguono, invece, le iniziative dell’attivissima Cooperativa Serapia. Ulteriormente potenziate le già rigorose misure per partecipare agli eventi, non è stato stravolto il programma del weekend.

Tra gli appuntamenti, sabato dalle ore 9:45 (raduno nell’ex Casa Cantoniera ANAS di Montalbano di Fasano), si va alla scoperta del Parco delle Dune Costiere. L’evento – promosso in collaborazione con Albergabici – prevede un percorso fatto di roccia, profumi mediterranei, pascoli e olivi millenari, dedicato all’esplorazione di uno degli angoli più suggestivi e selvaggi del Parco delle Dune Costiere. Poco al di là della costa si apre infatti un solco carsico che, esattamente come un fiume, incide la tenera pietra calcarea, dalle colline al mare. Per informazioni, clicca qui.

I segreti del Bosco delle Pianelle

Domenica 8 novembre alle 9.30 escursione lungo i sentieri del Bosco delle Pianelle. Un appuntamento per conoscere le tracce di lupi, ghiandaie, cervi volanti e di altri animali selvatici e per scoprire i segreti delle piante e i loro usi tradizionali, tra maestosi lecci secolari, corridoi di ciclamini delicate felci, incantevoli gallerie di carpini e i profumi dell’autunno e della macchia mediterranea.

Si raggiungerà il più imponente leccio del bosco per affacciarsi da un suggestivo punto panoramico per godere la vista mozzafiato sulla gravina delle Pianelle. Sarà un viaggio immersivo nella natura e nella storia del bosco fatta di briganti, pastori, carbonai, raccoglitori di funghi e di superstizioni. Raduno alle 9.15 presso la Foresteria del Bosco delle Pianelle – S.P. 581 Martina Franca – Massafra. Info 3470081412.

Masseria Tagliente, tra boschi, grotte e cavalli murgesi

Masseria Tagliente, tra boschi, grotte e cavalli murgesi

Trekking sui suggestivi monti di Martina tra boschi, gravine, masserie storiche e grotte. Un’emozionante escursione che ci porterà ad esplorare Masseria Tagliente, uno degli angoli più selvaggi del territorio di Martina Franca, tra boschi, grotte e antiche masserie.

Il percorso prenderà avvio da Masseria Tagliente, splendida masseria dall’elegante prospetto ottocentesco, con allevamento di cavalli murgesi. Proseguirà poi lungo sentieri e mulattiere della transumanza che si inoltrano nel bosco e macchia mediterranea. Si incontrano cavalli e capre al pascolo fino alla misteriosa grotta delle Cento Camere, ricca di bianche concrezioni calcaree. Sarà, inoltre, l’occasione per saperne di più sulle popolazioni di lupo sulla Murgia, per conoscerne le abitudini e per ricercarne le tracce. Appuntamento domenica ore 10, info 366 5999514.

Ciclo-trekking tra i verdi patriarchi di Puglia

Ciclo-trekking tra gli ulivi monumentali e visita guidata al giardino botanico di “Lama degli Ulivi”.
Un ciclo-trekking a Monopoli nel cuore della piana “olivetata” di Puglia, dove i grandi verdi patriarchi hanno fatto la storia di un popolo dedito alla terra e al mare. Saranno i monumentali olivi della campagna di Monopoli a indicare “la giusta via” tra antiche edicole Mariane, muretti a secco e Masserie fortificate. Tra queste si visiteranno Masseria Conchia, nell’omonima contrada, con le sue imponenti mura e le garitte indispensabili per la difesa del prezioso oro di Puglia preda in passato di popoli ostili che arrivavano dal vicino mare.

Si pedalerà ancora fino a Masseria Mammella, altro gioiello incastonato alle pendici della Murgia dove, oltre al corpo masserizio, si potrà ammirare un meraviglioso frantoio ipogeo scavato nella roccia, tra i più grandi e ben conservati di Puglia, dove aleggiano ancora la fatica e il sudore di uomini e donne di un tempo.

Di ritorno, si visiterà un luogo dove più di duemila specie diverse di piante, provenienti da ogni parte del mondo, convivono in perfetta armonia. Si rimirano, s’intrecciano e fioriscono insieme. E’ il Giardino Botanico “Lama degli Ulivi”, ubicato all’interno dell’azienda Vivaistica Capitanio Stefano.  Appuntamento domenica alle 9.30, info 342 312 5196.

Lama di Penzieri

Appuntamento con Grott’art

Sabato 7 e domenica 8 novembre visitare alla Lama di Penzieri a Grottaglie, la meno conosciuta tra le gravine del territorio. Le guide ambientali Aigae dell’ass. Grott’Art aps promozione turistica portano alla scoperta di questo antico solco fluviale, area nota in passato col nome di Casalpiccolo. La lama si estende per circa 1200m e fu frequentata dall’uomo almeno dall’età del Bronzo Finale fino a circa il XIII sec. Molti sono infatti i reperti archeologici tra buche di palificazione, tombe a fossa e una ipogea a dromos, cisterne ed una chiesa rupestre affrescata. Raduno a Lo Jazzo Social Agorà, via Benedetto XV a Grottaglie. Info 342 312 5196.

I funghi della Murgia

Giunge alla quinta edizione l’attività associativa che ha consentito ai partecipanti alle precedenti edizioni dell’evento di imparare a riconoscere e a saper selezionare le varietà di funghi che in questo periodo, grazie alle particolari condizioni climatiche, proliferano sulla Murgia. Le varie specie fungine, che “tappezzano” alcune aree del territorio murgiano, rappresentano un importante omaggio della natura all’uomo e svolgono un ruolo ecologico fondamentale perché decompongono il materiale organico e lo trasformano in nuove sostante nutritive per le piante.

Il percorso dell’attività escursionistico-culturale, come sempre, sarà adeguato alle capacità dei partecipanti lasciando la possibilità a tutti di prendere parte all’evento: un segno di rispetto e di sensibilità dovuto che da sempre permette anche ai bambini, ai meno giovani ed ai meno fortunati di partecipare a queste iniziative di promozione del territorio.

L’incontro dei partecipanti, ai quali sarà distribuito gratuitamente materiale informativo del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, è previsto sul piazzale del Convento di Cassano alle ore 9:00 di domenica 8 novembre per il successivo trasferimento nell’area dove si terrà l’attività. Info murgiaenjoy.it

Articoli correlati