Input your search keywords and press Enter.

Ecosistema incendi 2011: fenomeno in crescita

Nei primi otto mesi del 2011 gli incendi aumentano in controtendenza all’andamento del bilancio positivo del 2010. Dal 1 gennaio al 10 agosto 2011 sono già divampati 3.008 incendi boschivi che hanno percorso 16.487 ettari (dati Corpo forestale dello Stato). Rispetto allo stesso periodo del 2010 si è registrato un aumento del 66% degli incendi e anche della superficie totale distrutta dalle fiamme: ben il 41% in più. «Dati che testimoniano come l’attenzione sul fenomeno degli incendi boschivi debba rimanere alta e come non si possa abbassare la guardia su tutte le attività di prevenzione e mitigazione che avevano condotto negli anni scorsi a una riduzione dei roghi», commenta in una nota Legambiente.

Le regioni del sud e le isole continuano ad essere le più colpite: la Calabria con 486 incendi,  seguita da Campania e Sardegna rispettivamente con 389 e 369 roghi. In Puglia si è avuta invece a più estesa superficie boscata percorsa dal fuoco (2.020 ettari), seguita dalla Sardegna (1.829 ha) e dalla Campania (914 ha). «Nelle regioni del sud – spiega ancora Legambiente – il fenomeno degli incendi resta maggiormente legato ad interessi speculativi, anche connessi alla criminalità organizzata». Inoltre dall’Indagine Ecosistema Incendi 2011 di Legambiente e Protezione Civile emerge che solo il 5% dei Comuni intervistati applica pienamente la legge quadro in materia di incendi boschivi.

Print Friendly, PDF & Email