Ecomondo, la spedizione pugliese: tutte le aziende presenti alla Fiera di Rimini

L'ingresso di Ecomondo

La carica dei 27. A tante ammontano, infatti, le aziende pugliesi che hanno deciso di partecipare – e mettersi in vetrina – a Ecomondo. Una spedizione per rendersi protagonisti a Rimini, dal 26 al 29 ottobre (di nuovo in presenza e con l’estensione digitale), per l’evento di riferimento in Europa per la transizione ecologica e i nuovi modelli di economia circolare e rigenerativa.

A portare la bandiera della presenza della regione a Ecomondo è l’Acquedotto Pugliese, in partnership con AGER, agenzia regionale per i rifiuti, e la collaborazione dell’Assessorato all’Ambiente della Regione Puglia. Il concept dello stand è l’ápeiron di Anassimandro, il celebre filosofo dell’antichità greca: ciò che non ha limite, l’indefinito, l’assoluto; il principio universale di un mondo in grado di autodeterminarsi. Nel ciclo virtuoso simboleggiato dall’ápeiron, Acquedotto Pugliese si inserisce promuovendo maggiore consapevolezza sulla necessità di valorizzare e tutelare la risorsa idrica, sviluppando ogni innovazione tecnologica per portare a compimento il ciclo integrato delle acque fino al loro riutilizzo. Perché l’acqua possa tornare in natura.

Lo stand, che occupa un’area di 200 mq al centro della Fiera di Rimini, ospita per la prima volta gli studi di Archè, la web tv della sostenibilità. Archè è un contenitore multimediale informativo di approfondimento in cui si parlerà di sostenibilità nelle sue diverse implicazioni: scientifiche, gestionali, di scenario.

Ecomondo – Apeiron

Le aree tematiche

L’allestimento dello stand si inserisce nel settore Acqua, una delle aree tematiche su cui si concentreranno gli stand di Ecomondo, insieme a progetti speciali, Rifiuti e risorse, Bioeconomia Circolare, Bonifica e rischio idrogeologico.

E collegato all’Acquedotto Pugliese c’è anche lo stand di ASECO S.p.A., azienda di Marina di Ginosa con un’esperienza consolidata nell’ambito del trattamento e recupero dei rifiuti organici.

A una trentina di chilometri di distanza, a Massafra, sorge un altro degli espositori presenti a Ecomondo: C.I.S.A. SPA. uno dei riferimenti nella catena della valorizzazione del rifiuto, inteso come risorsa primaria di investimento e non un elemento di cui disfarsi facilmente.

Parte da Corato, invece, la spedizione della Corgom srl: nata nel 1989 come azienda di ricostruzione e vendita pneumatici, negli anni successivi ha integrato le attività di raccolta, recupero e riciclaggio degli pneumatici fuori uso (PFU). Dalla stessa cittadina del barese arriva la Sidercamma, che da 50 anni opera nel mondo della produzione di impianti industriali.

È attiva da quasi trent’anni a Monopoli, invece,  COSMIC S.r.l., occupandosi di automotive con una particolare vocazione alle soluzioni customizzate, specie nel campo dei cablaggi. Sarà alla fiera di Rimini anche la Ecotekno Srl di Conversano, una divisione del Gruppo Longo che si occupa della produzione di cisterne per il trasporto e allestimenti di veicoli industriali.

Tecnologie e impianti

Doppia la presenza da Barletta: gli stand verranno allestiti da I Bilanciai S.r.l. – da inizi anni ’90 specializzata nella progettazione, realizzazione e manutenzione di sistemi di pesatura industriale e commerciale – e dalla SMP, che si occupa di bioeconomia circolare e riciclo plastica.

Ovviamente nutrita la delegazione di aziende del capoluogo pugliese (e dell’area metropolitana). Tra queste, Bari sarà rappresentata da Eco.system, un impianto di triturazione e sterilizzazione dei rifiuti sanitari a rischio infettivo, Idromet sider – che dal 1985 si occupa di forniture di soluzioni e prodotti innovativi per acquedotti, metanodotti, fognature, impianti di trattamento acque e industriali – e  Indeco ind. spa, con demolitori idraulici intelligenti e altre attrezzature per l’industria delle demolizioni e del riciclaggio. Presente anche Mendelsohn – Logos Agenzia di Sviluppo, per offrire servizi avanzati al tessuto imprenditoriale e favorisce il percorso di crescita attraverso l’utilizzo di strumenti finanziari e tecnologici.

Punta ad ampliare la rete di esportazione Vitone Eco, che a Bitonto costruisce centrifughe ad asse orizzontale (decanter) e separatori verticali, capaci di separare diversi tipi di fluidi epurandoli dalla loro frazione solida.

In viaggio da Putignano il personale della T&A–Tecnologia & Ambiente, che fornisce servizi nel campo dell’ingegneria e della chimica ambientale.  Più breve il percorso della foggiana Sistemi Energetici S.p.A. società che da 20 anni promuove tecnologie e valori per un’economia verde e circolare.
Da Brindisi arriva la Sir spa, che offre i propri servizi sull’intero territorio nazionale e internazionale, per le grandi aziende del settore energetico, siderurgico, petrolifero, farmaceutico e alimentare.

Nata nel ’62, con la produzione e commercializzazione di materiale inerte, la Semes (Carovigno) porta a Rimini anche il suo sviluppo, che le ha permesso di ampliare la propria sfera operativa con la gestione dei rifiuti.

Tra commercio, innovazione e igiene

Da Mesagne c’è S.C.A. Analytical Services, un laboratorio specializzato nell’analisi di diverse matrici ambientali.  Modugno propone invece la OMNITECH srl, che si occupa di produzione, noleggio e manutenzione di commercializzazione di prodotti e servizi per l’igiene ambientale

Arriva da Triggiano lo staff di Officine Mottola S.r.l., che da anni progetta e produce cisterne per liquidi alimentari e infiammabili.  Made in Salento, invece, Nuzzo Fortunato & C., specializzata a Lecce nella progettazione, produzione e vendita di parti oleodinamiche e di trasmissione.

Ha una storia di mezzo secolo la Longo Euroservice, che a Conversano opera nel settore delle macchine per l’ecologia e dell’innovazione tecnologica nel campo dei veicoli adibiti all’aspirazione degli scarichi fognari,

Chiudono la spedizione pugliese, la SOMEC – Società meridionale cave srl, che a Carovigno si occupa di smaltimento rifiuti, la realtà di comunicazione Editoriale 41 e l’azienda barese Pliem.

Articoli correlati