Ecomondo 2021, le conferenze faro per orientarsi nella sostenibilità

ecomondo-

 Meno plastica in mare, città che recuperano le acque in modo intelligente, strumenti finanziari per contenere le emissioni inquinanti, massima attenzione alla rigenerazione del suolo negli obiettivi del Green Deal europeo. Otto “Beacon Conferences” nell’edizione 2021 del salone di Italian Exhibition Group dedicato alla Green Economy, alla fiera di Rimini

Otto “conferenze faro” per far rotta sulla sostenibilità. Le coordinate fondamentali della green economy indirizzano a un porto sicuro: Ecomondo, la fiera internazionale organizzata da Italian Exhibition Group che parla di transizione ecologica e dei nuovi modelli di economia circolare e rigenerativadal 26 al 29 ottobre prossimi nel quartiere fieristico di Rimini .

I temi delle conferenze di questa 24ma edizione sono diversi: pulizia delle acque marine e ripristino degli ecosistemi degradati alla base della decarbonizzazione dell’economia. Gli strumenti della finanza per mitigare il cambiamento climatico e a sostegno delle PMI nella loro crescita verde. Le azioni dedicate all’uso intelligente di acqua per le città e per le aziende. Gli obiettivi di neutralità climatica da raggiungere entro il 2050 secondo la tabella di marcia del Green Deal della Commissione europea e le sue ricadute sulla vita dei cittadini e delle imprese europei. La rigenerazione del suolo come condizione basilare per assicurare fertilità ai terreni impiegati nell’industria agroalimentare, nella riforestazione e nel contenimento delle emissioni climalteranti: azione strategica attorno alla quale ruotano le missioni del Green Deal.

Gli appuntamenti

Il comitato scientifico della manifestazione di IEG, presieduto dal professor Fabio Fava, con la collaborazione di stakeholder quali il Forum per la Finanza Sostenibile, Eurosif, WWF, Coldiretti, ART E-R, l’agenzia regionale dell’Emilia-Romagna per l’Attrattività Ricerca e Territorio, ISPRA, ENEA, Federchimica, CNR, ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform), APRE (Agenzia per la promozione della ricerca europea), Commissione europea, ha preparato una mappa per orientarsi nel cambiamento dell’economia circolare del dopo pandemia che ha inizio nella prima giornata di Ecomondo, martedì 26, con due eventi: ‘The BlueMed Pilot healthy plastics-free Mediterranean sea towards the 2030 targets: the strategy developed by the plastic producing and transforming operators of the area’ (Sala Ravezzi 1, Hall Sud, ore 14:00) e ‘Obiettivo “netzero”: come raggiungerlo?’ (Sala Diotallevi 1, Hall Sud, ore 14:30).

A seguire, mercoledì 27, si segnalano gli interventi con focus ‘European Horizon2020 systemic actions for water-smart circular cities, regions and industries’ (Sala Global Water Expo, Padiglione D2, ore 10:00) e ‘The European Green Deal: first results and new approaches. A view from H2020 to Horizon Europe’ (Sala Ravezzi 1, Hall Sud, ore 10:00).

Articoli correlati