Input your search keywords and press Enter.

Ecco il vino amico dell’ambiente

Arrivano sugli scaffali le prime bottiglie di vino con bilancio certificato delle emissioni di CO2. Si tratta dei prodotti dati dalla vendemmia 2009 di Salcheto e che riportano in etichetta tutte le emissioni di anidride carbonica dovute alla produzione e alla commercializzazione del vino stesso. L’azienda vitivinicola di Montepulciano ha di recente ricevuto dall’ente certificatore CSQA l’attestato nr. 24378, il primo caso in cui la Carbon Footprint realizzata secondo lo standard ISO 14064 (ossia l’inventario delle emissioni) si applica al vino. L’analisi ha prodotto un indice di 2,02 kg. di CO2eq per ogni bottiglia da 750ml, comprendendo non solo il lavoro in vigna e in cantina ma anche le emissioni dovute al reperimento delle materie prime (vetro in primis) e del trasporto verso il consumatore finale. «Sapere quanta CO2 si produce – chiarisce Domenico Andreis, coordinatore del Gruppo di Lavoro Salcheto Carbon Free – permette di analizzare quanta energia si consuma e dove sono gli sprechi. Stiamo quindi già lavorando su scelte alternative di packaging, il principale responsabile delle emissioni dei gas climalteranti, che presenteremo entro fine anno». Inoltre, già dalla prossima vendemmia, infatti, l’azienda potrà contare su una cantina a completa autonomia energetica che potrà essere la prima cantina Off Grid al mondo, ovvero completamente scollegata dalle reti di distribuzione energetica. Il risultato è stato raggiunto abbinando in modo integrato il risparmio energetico allo sfruttamento, delle energie rinnovabili presenti in campagna, non solo fotovoltaico ma anche geotermico e biomasse.

Print Friendly, PDF & Email