Input your search keywords and press Enter.

È il tempio della Street Art parigina ma sarà abbattuto

Parigi – A guardarlo dall’esterno, mentre si passeggia lungo la Senna nel 13° arrondissement della capitale, non sfugge alla vista uno strano edificio da lontano simile ad uno “squat”, con quella facciata arancione fluorescente che ispira quasi un vago ricordo delle colate di Pollock.

La tour 13, palazzo simbolo della Street Art parigina (foto di Benoit Pealat)

È la Tour 13, un palazzone degli anni ’60 abbandonato e destinato a prossima demolizione, che da sette mesi ospita un centinaio di artisti di diverse nazionalità, con il fine di realizzare un esperimento singolare di Street Art, questa volta autorizzata e non più solo fuori dai muri.

Un Museo effimero di arte urbana – L’idea é partita dalla galleria Itinerrance, specializzata in arte urbana e graffiti, il cui promotore Mehdi Ben Cheikh ha ricevuto per la realizzazione del progetto il sostegno del proprietario del palazzo e dell’amministrazione municipale, nonché l’adesione entusiasta di writers venuti da ogni parte del mondo per partecipare ad un’esperienza unica nel suo genere.

Dopo un lavoro di creazione durato sette mesi, la Tour 13 si é trasformata a ottobre in un affascinante museo contemporaneo effimero di graffiti e installazioni, aperto al pubblico gratuitamente fino alla fine del mese.

La visita dei nove piani del palazzo è un’incredibile esplosione di colori e forme (visita la photogallery): trentasei appartamenti trasformati in ogni angolo come una gigantesca tela artistica dalla composizione originale, grazie ad un potente cocktail di stili, ispirazioni e temi emersi dal variegato background culturale dei loro autori.

Una pioggia di bombe sulla carta della Siria, opera del francese Cintorino

A partire da novembre, la Tour 13 sarà demolita per lasciare spazio ad un moderno edificio destinato ad alloggi popolari. Ciò che resterà di essa sarà solo un ricordo che continuerà a vivere, insieme alle sue opere d’arte, almeno virtualmente grazie alla memoria storica di un sito internet e di un film-documentario ad essa dedicati.

Il capitale culturale della street art  La Tour 13 è un’operazione in perfetta linea con lo stesso spirito della Street Art e con il lavoro intrapreso dalla galleria Itinerrance, già da tempo impegnata a rendere più attrattive le facciate degli immobili del 13º arrondissement, cosiddetto quartiere cinese di Parigi, con la creazione di un percorso di diversi affreschi murali divenuti meta turistica degli appassionati di questa corrente.

L’arte dei graffiti si conferma di grande interesse nel panorama intellettuale e culturale della capitale francese, ha molte cose da dire e lo fa con un’incredibile energia creativa ed al tempo stesso politica. I writers riportano all’attenzione della collettività temi prioritari quali la necessità di riappropriarsi dello spazio pubblico ed il beneficio che si trae della valorizzazione di luoghi abbandonati o lasciati all’incuria. Luoghi che grazie ad opera d’arte a cielo aperto ritrovano una seconda, forse più autentica vita.

PHOTOGALLERY

[nggallery id=278]

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *