Input your search keywords and press Enter.

Durban. Clini: chiave di volta

«L’accordo di Durban è la piattaforma globale per lo sviluppo di tecnologie e sistemi in grado di assicurare riduzione delle emissioni e crescita economica». A dirlo è il ministro dell’Ambiente Corrado Clini al termine della conferenza sui cambiamenti climatici. Clini è soddisfatto dai risultati raggiunti duranti i lavori e dichiara: «siamo usciti dal ‘cono d’ombra’ di Copenaghen», mentre l’accordo di Durban «supera i limiti del Protocollo di Kyoto e ha una dimensione globale, offre all’Europa la possibilità di costituire, con le grandi economie emergenti di Brasile, Cina, India, Messico e Sud Africa la ‘piattaforma’ per lo sviluppo e la diffusione delle tecnologie e dei sistemi in grado di assicurare nello stesso tempo la crescita economica e la riduzione delle emissioni. Questo è il nuovo fronte della competitività». Infine il ministro chiarisce che «L’Italia è nel gruppo di testa dei Paesi che hanno voluto l’accordo di Durban, ed ora – spiega -siamo impegnati a dare seguito all’accordo nelle politiche nazionali, nella nostra partecipazione alle decisioni europee e nel rafforzamento del nostro partenariato con Brasile, Cina, India, Messico e Sud Africa».

Print Friendly, PDF & Email