Dove si trovano i campi di lavanda più belli in Italia?

Sale San Giovanni, la piccola Provenza del Piemonte

Non occorre andare in Provenza. Dalla Basilicata al Piemonte, la magia della fioritura nell’estate 2023

 

Il periodo di fioritura della lavanda cambia da zona in zona. Da giugno ad agosto, in base all’altitudine e al clima, le piante di lavanda cominciano a fiorire, ma si può dire che quasi ovunque l’apice della fioritura arriva verso luglio. L’ideale è passeggiare tra i filari e stare a diretto contatto con i fiori nel tardo pomeriggio e rimanere fino al tramonto. Verso sera il cielo si tinge di rosa e la bellezza e l’intensità dei colori si moltiplicano. Occorre ricordarsi di essere sempre rispettosi del lavoro degli agricoltori: camminare evitando di calpestare i fiori, non raccogliere i fiori che sono lì per essere ammirati, tra farfalle e api. I campi di lavanda sono un paradiso per scattare foto. I colori della lavanda cambiano durante il giorno in base alla luce, donando mille sfumature, dal blu al lilla. L’alba e il tramonto sono i momenti migliori per fotografare.

La lavanda è tra le 10 erbe che aiutano a dormire bene

La lavanda è una pianta molto amata per il suo aroma rilassante e per le sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Aiuta a ridurre lo stress e l’ansia, migliora il sonno e allevia i dolori muscolari. In generale, le varietà di lavanda si differenziano per la forma e il colore dei fiori, la dimensione della pianta e l’aroma. Ogni varietà ha le sue caratteristiche specifiche, ma tutte sono apprezzate per la loro bellezza e il loro profumo.

  • Lavanda inglese (Lavandula angustifolia): conosciuta anche come lavanda vera, questa varietà ha fiori di colore viola scuro e un aroma intenso. È molto resistente e adatta alla coltivazione in giardino.
  • Lavanda francese (Lavandula stoechas): questa varietà ha fiori di colore rosa o viola chiaro e un aroma delicato. È particolarmente apprezzata in profumeria per la creazione di oli essenziali e profumi.
  • Lavanda spagnola (Lavandula stoechas pedunculata): simile alla lavanda francese, ma con fiori di colore viola pallido e un aroma dolce. È molto utilizzata nella produzione di oli essenziali e profumi.
  • Lavanda portoghese (Lavandula luisieri): questa varietà ha fiori di colore viola intenso e un aroma forte e pungente. È molto resistente e adatta alla coltivazione in giardino.
  • Lavanda italiana (Lavandula x intermedia): una varietà ibrida ottenuta dall’incrocio tra la lavanda inglese e quella francese. Ha fiori di colore viola intenso e un aroma forte e speziato.
  • Lavanda russa (Lavandula angustifolia subsp. angustifolia var. pinnata): questa varietà ha fiori di colore viola chiaro e un aroma delicato. Cresce in modo compatto.
  • Lavanda della Turchia (Lavandula stoechas pedunculata): questa varietà ha fiori di colore viola scuro e un aroma intenso. È molto resistente e adatta alla coltivazione in giardino.
  • Lavanda greca (Lavandula angustifolia ssp. angustifolia): questa varietà ha fiori di colore viola scuro e un aroma delicato. È molto resistente e adatta alla coltivazione in giardino.

Nella tomba di TutanKamon furono trovate delle boccette di essenza di lavanda e la stessa sostanza si ritrova tra le bende delle mummie. Furono i Romani a portarla in tutta Europa per avere sempre a disposizione l’acqua aromatizzata alla lavanda, utilizzata anche per le acque termali. Nel Medioevo i monaci la inseriscono in molte ricette culinarie per coprire gusti e sapori non gradevoli, oltreché in rimedi medicamentosi. Nell’Inghilterra Elisabettiana le dame cucivano sacchetti di lavanda nelle vesti per lasciare una scia profumata e fu in quel periodo che si cominciò a usare i sacchetti di lavanda come rimedio antitarme negli armadi e nei cassetti.

Sale San Giovanni, la piccola Provenza del Piemonte

La più bella fioritura di lavanda in Italia si trova in Piemonte. Sale San Giovanni, in provincia di Cuneo, è il luogo più conosciuto e più esteso, ma non è l’unico. All’Arboreto Prandi si possono visitare i campi da giugno ad agosto e seguire la festa del taglio della lavanda. I raccolti sono destinati principalmente alla produzione di olii essenziali per la cosmesi e aromaterapia. Per accedere ai percorsi tra i campi di lavanda durante i weekend, dal 17 giugno al 9 luglio 2023 si pagherà un piccolo contributo di 2 euro a persona. Durante i giorni 24 e 25 giugno 2023 è prevista la Fiera delle Erbe, la manifestazione storica dedicata alle piante officinali.

Andar per campi, le mete consigliate

  • Calabria, Pollino
  • Emilia Romagna, Casola Valsenio
  • Friuli Venezia Giulia, Venzone
  • Lazio, Tuscania
  • Toscana, Colline Pisane
  • Umbria, Assisi
  • Basilicata, Lavello

Dal 2020 la magia della lavanda ha conquistato anche la Basilicata. Quando si suol dire un “paesaggio da cartolina”. A Lavello, in provincia di Potenza, nel Vulture-Melfese, al confine tra la Puglia, la Campania ed il Potentino, è possibile ammirare una splendida fioritura grazie al lavoro e alla passione di Savino Francesco Buldo, un giovane imprenditore che ha fatto dell’amore per la sua terra il suo unico obiettivo. Titolare dell’impresa agricola di famiglia ha deciso di dedicarsi alla coltivazione di lavanda. Una curiosità: spesso si parla del costo elevato dell’olio essenziale di lavanda. Sapevate che per ottenere una boccetta da dieci millilitri occorrono circa due chili di lavanda pari a cinque metri quadrati di coltura?

A Foggia Girasoli e Lavanda, primo esempio di agricoltura delle relazioni in Italia

A Foggia si sperimenta un nuovo modo di coltivare, puntando anche sul bello non solo sul necessariamente produttivo (pomodoro, grano, etc.). Campi coltivati per accogliere e per far felici le persone: è questo l’obiettivo di Giuseppe Savino, agricoltore di Cascina Savino, fondatore dell’hub rurale VàZapp’. Da giugno fino a fine luglio Giuseppe e suo fratello Michele aspetteranno i visitatori nei campi di lavanda provenzale e di girasoli colorati, bianchi con cuore verde, bianchi con cuore nero, rossi con cuore nero, color limone e color tramonto, oltre i classici gialli con cuore nero. Tutti riceveranno un paio di forbici e un secchiello con cui trasportare i propri fiori. Una volta raccolti, al punto di confezionamento ci sarà un team addetto alla realizzazione di composizioni floreali.

 

 

 

Articoli correlati