Input your search keywords and press Enter.

Dopo un secolo torna il gipeto nel Parco Nazionale Gran Paradiso

Ha spiccato il volo il piccolo gipeto proveniente dal nido localizzato in Valle di Rhêmes, ai confini del Parco Nazionale Gran Paradiso, ed è pronto a involarsi anche quello della Valsavarenche, all’interno dell’area protetta (nella foto un esemplare adulto).

Champagne e Iris (i nomi sono stati indicati dai bambini delle scuole delle due vallate) sono nati nell’aprile di quest’anno e rappresentano un caso eccezionale, considerata la rarità della specie, che recentemente è ritornata a ripopolare le Alpi Occidentali a seguito dell’avvio di un progetto internazionale di re-introduzione; L’ultimo esemplare delle Alpi fu abbattuto nel 1913.

I guardaparco del Gran Paradiso e il personale del Corpo Forestale della Valle d’Aosta hanno seguito attentamente, nel corso degli ultimi mesi, le due nidificazioni; hanno verificato la nascita dei due pulli (“pullus”così sono chiamati i piccoli) e accertato poi il primo involo, avvenuto oggi in Val di Rhêmes per Champagne, mentre quello di Iris è previsto nei prossimi giorni.

I giovani gipeti saranno costantemente sorvegliati dal personale dell’Ente Parco Nazionale Gran Paradiso e del Corpo Forestale della Valle d’Aosta e i dati raccolti saranno trasmessi per l’archiviazione e la loro gestione alla banca dati del monitoraggio internazionale (International Bearded Vulture Monitoring) presso la struttura Flora, fauna, caccia e pesca dell’assessorato dell’Agricoltura e risorse naturali della Regione Valle d’Aosta.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *