Input your search keywords and press Enter.

Denuncia amianto in fabbrica: licenziato, giudice lo reintegra

Il giudice del lavoro del Tribunale di Vasto Stefania Izzi ha reintegrato al suo posto di lavoro presso la Pilkington Italia SpA, di Vasto, il signor Alfonso Pacilli, operaio e sindacalista COBAS, ingiustamente licenziato nella tarda primavera del 2012.

Alfonso Pacilli, dell’Osservatorio Nazionale Amianto, era stato licenziato, ingiustamente, per aver richiesto il rispetto delle norme di prevenzione tecnica e di protezione individuale dettate dalla legge in relazione alla presenza di amianto nel sito lavorativo. La Senatrice Dorina Bianchi, del Comitato Tecnico Scientifico dell’ONA, aveva pure depositato una interrogazione parlamentare, per sollevare la verifica ispettiva del modus operandi degli enti pubblici deputati al ristabilimento della legalità.

Il giudice, accolto il ricorso di Pacilli, assistito dagli avvocati Ezio Bonanni, presidente nazionale dell’O.N.A. e Orsola Pierantoni, del Foro di Chieti, che hanno impugnato il licenziamento, con ricorso ex art. 700, ha ordinato alla Pilkington Italia S.p.A. di reintegrare da subito il ricorrente nel posto di lavoro occupato prima del licenziamento.

La mobilitazione dell’O.N.A. proseguirà in tutte le sedi per la riaffermazione della legalità e della giustizia.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *