Input your search keywords and press Enter.

Dal satellite un aiuto alle foreste

La tecnologia satellitare viene in soccorso alle perdite di superficie forestale. L’ultimo rilevamento pubblicato dalla FAO mostra un declino nell’uso della superficie forestale tra il 1990 e il 2005. I risultati dell’indagine di rilevamento a distanza, condotta a livello globale, riportano che la superficie forestale totale nel 2005 copriva 3,69 milioni di ettari, ovvero il 30% dell’estensione totale delle terre. Invece il tasso di deforestazione nel pianeta, dovuto in primo luogo alla conversione di foreste tropicali in terre agricole, è in media pari a 14,5 milioni di ettari l’anno tra il 1990 e il 2005, in linea con le stime precedenti. D’altro canto i dati sottolineano che la perdita netta di foreste tra il 1990 e il 2005 è stata comunque inferiore alle previsioni, grazie al bilanciamento con nuove aree forestali guadagnate attraverso riforestazione o espansione naturale del manto forestale.

La perdita netta di foreste è stata pari a 72,9 milioni di ettari: in sintesi, la terra ha perso in media 4,9 milioni di ettari di foreste l’anno, ovvero quasi 10 ettari di foreste al minuto, nell’arco dei 15 anni.«La deforestazione sta privando milioni di persone di beni e servizi derivanti dalle foreste che sono cruciali per la sicurezza alimentare, il benessere economico e la salute ambientale», commenta intanto Eduardo Rojas-Briales, vice-direttore generale della FAO per il Settore Forestale. Le tecnologie satellitari possono, sotto questo aspetto, fornire un aiuto importante: «esse offrono agli organi decisionali ad ogni livello – chiarisce Rojas-Briales – informazioni più accurate e sottolineano la necessità che i paesi e le organizzazioni si impegnino urgentemente per porre un freno alla perdita di questi preziosi ecosistemi forestali».

Print Friendly, PDF & Email