Input your search keywords and press Enter.

Dal Salento un turismo da “tripla A”

Il futuro del territorio italiano, in particolare meridionale, si chiama “rinascimento agroalimentare”. Alcuni giovani studenti in stretta collaborazione con la Provincia, Comune e Camera di Commercio di Lecce stanno mettendo in piedi un brand da “tripla A”, ovvero “agricoltura, alimentazione, ambiente”, capace di tradurre in business l’importantissimo riconoscimento mondiale dell’Unesco attribuito alla dieta mediterranea quale “patrimonio immateriale dell’umanità”. L’idea è quella di far comprendere che lo stile alimentare Italiano è in assoluto il regime più indicato per nutrirsi in maniera sana per prevenire e combattere malattie importanti (ipertensione, arteriosclerosi, diabete, malattie cardiovascolari, obesità), mangiare bene senza rinunciare al gusto e raggiungere la sospirata sostenibilità ambientale.

Già da alcuni mesi, comunque, è stato ideato e registrato il marchio “Dieta Med-Italiana” (semplicemente una forma abbreviata di “Dieta Mediterranea Italiana”) e si sta lavorando alla realizzazione del Festival della Dieta Med-Italiana, un grande evento che avrà luogo a Lecce a fine maggio. L’iniziativa sarà rivoluzionaria e sperimenterà una formula originale che concentrerà in quattro giorni momenti di formazione presso i ristoranti del centro di Lecce;  esposizione ed educazione in tutto il centro storico della città, sia sui prodotti base della Dieta che sulla loro preparazione; incontri, workshop e presentazioni; entità “social” (in stretta collaborazione con Coldiretti, Cia, Slow Food, Unesco, Inran); cultura agro-eno-gastronomica (libri e riviste, web, cinema).

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *