Cosa fare in Puglia nel weekend: tra monumenti aperti, visite guidate e istantanee d’autunno

Ecco le proposte su cosa fare in Puglia nel fine settimana. Ecoweekend tra monumenti aperti e visite guidate, nel penultimo fine settimana di novembre.

Tra istantanee d’autunno ed escursioni, si va all’aria aperta (con un occhio alle previsioni meteo).

Nel fine settimana del 23 e 24 novembre Monumenti Aperti fa nuovamente tappa in Puglia. Dopo il grande successo dello scorso anno nella città di Bitonto, la manifestazione sarà quest’anno riproposta in ben quattro comuni, tutti appartenenti al GAL Fior d’Olivi: 3 le amministrazioni new entry Giovinazzo, Modugno, Terlizzi. All’elenco manca proprio Bitonto: a causa delle preannunciate condizioni meteorologiche avverse, l’amministrazione comunale ha rimandato a domenica 1° dicembre le iniziative programmate in occasione della manifestazione.

Almeno mille gli studenti che saranno coinvolti, provenienti dalle scuole di ogni ordine e grado dell’area metropolitana di Bari, affiancati da oltre 200 volontari in rappresentanza dell’associazionismo locale. Tra il mare e le grandi estensioni di terreni coltivati a olivo, Monumenti Aperti diventa allora occasione per raccontare, tra tradizione e modernità, lo straordinario valore sociale ed economico della produzione olearia. E lo farà proprio nei giorni della raccolta e nei luoghi in cui le olive vengono lavorate, i frantoi. Si potranno visitare quelli storici e quelli più recenti e scoprire tutti i passaggi attraverso i quali dalle olive si arriva ai pregiati oli extravergine. Con il weekend pugliese si chiude la XXIII edizione della manifestazione e si inizia già a pensare all’organizzazione della prossima edizione.  Informazioni dettagliate su orari e monumenti sono reperibili sul sito: www.monumentiaperti.com

Cosa fare in Puglia nel fine settimana:

Natale in Municipio

Partiranno sabato 23 e domenica 24 novembre le iniziative promosse dal Municipio 4 del Comune di Bari in collaborazione con il Gruppo Ideazione srl. Il Municipio ha promosso una serie di iniziative in vista del Natale con questo primo weekend dedicato alla degustazione di prodotti tipici allietata da animazione artisti di strada per bambini e danza popolari per adulti. Appuntamento il 23 presso la piazza di S. Maria del Campo a Ceglie e il 24 presso il Parco Nuovo di Loseto. Inggresso libero.

Bari social boat

Bari social boat

Sempre a Bari, sabato, alle 10.30, sul piazzale Marisabella nel Porto (darsena Mar di Levante), si terrà l’inaugurazione di “Bari Social Boat”, la prima biblioteca pubblica e di comunità realizzata su una barca a vela confiscata alle organizzazioni criminali.
L’imbarcazione, allestita con una dotazione libraria sui temi viaggio/mare/accoglienza e dotata di supporti informatici per la consultazione di servizi multimediali, organizzerà attività di promozione della lettura in rada e in navigazione.

Si tratta di una delle azioni previste dal progetto Bari Social Book, finanziato dal premio assegnato da Cepell-MiBACT all’assessorato al Welfare. Bari Social Boat, inoltre, è stata ristrutturata attraverso un percorso pre-professionalizzante voluto dall’assessorato al Welfare e dal Ministero della Giustizia che ha coinvolto minori del circuito penale.  Dopo il taglio del nastro e i saluti istituzionali, sarà presentato il progetto complessivo a cura dell’assessorato al Welfare e del ministero di Giustizia.
All’evento interverrà il velista Roberto Soldatini, scrittore e violoncellista, per presentare il libro Denecia: autobiografia di una barca ed esibirsi in un concerto con viola.

Leggi anche. Biblioteche sulla barca a vela, sulla neve o nel frigo: c’è sempre spazio per i libri

Istantanee d’autunno

Prima edizione di “Istantanee d’autunno”, corso di fotografia naturalistica e riconoscimento fauna a cura di Luigi De Vivo, biologo e fotografo naturalista e Ileana Tedesco -Guida Ambientale Escursionistica associata AIGAE-, in collaborazione con CEA/Legambiente Manduria e le Riserve Naturali Regionali Orientate L.T.O di Manduria (TA).

Dopo i walking fotografici “Istantanee d’autunno” diventa un vero e proprio corso di fotografia naturalistica e riconoscimento fauna. Il corso si articola in 3 moduli: i primi due, teorici, hanno finalità di impartire le conoscenze di base per realizzare fotografie di fauna e di flora sia a fini documentativi-didattici, sia con intenti di tipo artistici-estetici. Inoltre, i corsisti acquisiranno delle conoscenze sulle tecniche di riconoscimento della fauna che è possibile incontrare durante le escursioni, non solo attraverso l’incontro diretto con l’animale, ma anche attraverso le tracce e i segni lasciati dal loro passaggio. Il terzo modulo prevede una escursione sul campo – in programma domenica alle 9.30 presso le Riserve Naturali Regionali Orientate del Litorale Tarantino Orientale – con applicazione delle tecniche acquisite nella parte teorica. Al termine del corso verranno consegnati gli attestati di frequenza.  Info aigae.org

Vicoli d’Autunno

Dopo il successo della prima edizione di “Vicoli d’Autunno” torna anche quest’anno la manifestazione promossa e ideata dall’associazione culturale “Le Radici del Sud”. Appuntamento a Ostuni il 22, 23 e 24 novembre, nel Chiostro San Francesco, centro storico e Piazza della Libertà. «Abbiamo scelto – spiega il presidente dell’associazione, Pietro Albanese – di riproporre la seconda edizione dopo lo strepitoso successo dello scorso anno. Abbiamo scelto un week-end, l’ultimo di novembre che ci proietterà direttamente al Natale con l’inizio dell’avvento».

La manifestazione ha come obiettivo quello di destagionalizzare il turismo così da creare attrattiva turistica anche in un periodo di meno affluenza come quello di fine novembre. Verranno allestiti stand gastronomici conditi da prodotti tipici locali,come ad esempio, panzerotti, pettole, miele e castagne. Il tutto sarà accompagnato dalla pizzica, artisti di strada, mangia-fuoco, street-band e bande musicali.

Archeologia in scena a Troia

Continuano le proposte domenicali della società ArcheoLogica s.r.l. alla scoperta delle bellezze storico-artistiche e delle tradizioni del nostro territorio. Domenica 24 novembre nuovo itinerario di visita accompagnati da una guida turistica locale, che consentirà di conoscere le bellezze storico-artistiche del centro antico di Troia, di cui nel 2019 si festeggia il millenario dalla ri-fondazione ad opera dei Bizantini. L’itinerario si snoderà nel centro storico, consentendo di visitare il capolavoro dell’architettura romanica della Cattedrale di Santa Maria Assunta, la chiesa di San Basilio, i vicoli e gli scorci più suggestivi del borgo, inserito nel prestigioso elenco delle “Bandiere Arancioni” del Touring Club Italiano. Info  www.archeologicasrl.com

Dopo il weekend/Mattinate Fai

mattinate FAI
Da lunedì 25 a sabato 30 novembre gli allievi delle classi “Amiche FAI” saranno invitati a conoscere il patrimonio storico e artistico del loro territorio accompagnati dagli Apprendisti Ciceroni, studenti appositamente formati dai volontari FAI

A ridosso del weekend, tornano per l’ottavo anno consecutivo le Mattinate FAI d’Inverno, il grande evento nazionale del FAI – Fondo Ambiente Italiano pensato per il mondo della scuola e in particolare dedicato alle classi iscritte al FAI, durante le quali gli studenti sono chiamati a mettersi in gioco in prima persona per scoprire le loro città da protagonisti. Proprio come le recenti Giornate FAI d’Autunno, questa ottava edizione sarà dedicata all’Infinito di Giacomo Leopardi, giovane straordinario della nostra storia letteraria che duecento anni fa, a soli 21 anni, scrisse la sua poesia più celebrata, in quell’Orto sul Colle dell’Infinito che è stato inaugurato dal FAI con il Comune di Recanati e il Centro Nazionale di Studi Leopardiani il 26 settembre 2019 a Recanati, primo Bene in concessione alla Fondazione nelle Marche.

Da lunedì 25 a sabato 30 novembre gli allievi delle classi “Amiche FAI” saranno invitati a conoscere il patrimonio storico e artistico del loro territorio accompagnati dagli Apprendisti Ciceroni, gli studenti appositamente formati dai volontari FAI che operano in un dialogo continuo con i loro docenti. Indossati i panni di narratori d’eccezione, gli Apprendisti Ciceroni racconteranno alle classi in visita il valore di questi beni e le storie che custodiscono.

Articoli correlati