Concorso fotografico per studenti: la Puglia dei geositi in uno scatto

 Torna il concorso fotografico targato SIGEA che trasforma gli studenti appassionati di fotografia in geologi. C’è tempo fino al 20 aprile per inviare le foto.

È ormai alla sua sesta edizione e raccoglie sempre più consensi tra gli studenti il concorso fotografico “Scopri e fotografa il patrimonio geologico della Puglia”, organizzato dalla Società Italiana di Geologia Ambientale (SIGEA) – sezione Puglia con il patrocinio di ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia – Direzione Generale Bari del MIUR e la collaborazione della casa editrice Zanichelli.

Concorso fotografico: come coniugare amore per il territorio e passione fotografica

“Un posto magico nel verde”, di Giulia Maffei (L.S. Fermi – Bari), una delle foto vincitrici dell’edizione 2019 del concorso fotografico “Passeggiando tra i paesaggi geologici della Puglia”

Il concorso, ormai alla sua 6° edizione, è rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado della Puglia e rappresenta una costola dell’omonimo concorso rivolto agli adulti. L’obiettivo è quello di promuovere la conoscenza e la valorizzazione dei geositi – cioè dei siti di interesse geologico – e i paesaggi geologici della Regione Puglia.

Il concorso di fotografia

La partecipazione al concorso è totalmente gratuita. Possono partecipare tutti gli studenti delle scuole medie superiori della Puglia che sono interessati a condividere le emozioni ricevute attraverso la rappresentazione di uno degli aspetti dei “paesaggi geologici” della regione; riprese a volte estemporanee e inattese, spesso realizzate durante passeggiate o lavori di rilevamento, quando si prova un forte desiderio di non perdere quella forma, quel cromatismo, quel bel gioco bizzarro ed irripetibile di forme ed ombre che solo la natura riesce a creare.

LEGGI ANCHE: Crollo viadotto A6, geologi: conoscere il territorio per minimizzare i rischi e salvare le vite umane

Le foto devono essere state scattate esclusivamente in Puglia; possono riguardare luoghi, siti, paesaggi a valenza geologica ma anche fossili, rocce, o manufatti realizzati dall’uomo che si integrano nel contesto geologico.

“Incontri”, di Angela Bonfrate (IISS Liside, Taranto)

La data ultima di scadenza per inviare le foto è il 30 aprile 2020. Ogni partecipante ne potrà inviare un massimo di 5. Tra tutte quelle inviate saranno premiate 15 foto e il premio consisterà nella pubblicazione delle immagini sul sito web degli organizzatori, un attestato di partecipazione e il dono di libri offerti dalla Zanichelli. Agli autori delle tre foto più rappresentative dello spirito del concorso sarà offerto un buono acquisto di 100 euro.

La giuria sarà composta da un esperto di fotografia, da un esperto di geodiversità (socio Sigea), da un professore di scienze naturali, da un rappresentante della Zanichelli e da uno studente. La data della cerimonia di premiazione verrà comunicata a breve.

Tutte le informazioni e il bando sono sul sito della SIGEA Puglia.

 

Articoli correlati