Input your search keywords and press Enter.

Conclusi i lavori della commissione Premio Apulia 2011

Sono giunti al termine i lavori della Commissione giudicatrice del “Premio Apulia 2011” per le opere di architettura contemporanea o di urbanistica, istituito con la legge regionale 10 giugno 2008 n.14 “Misure a sostegno della qualità delle opere di architettura e di trasformazione del territorio”. Il Premio, che ha cadenza annuale, è articolato nelle sezioni riservate a giovani progettisti (architetti e ingegneri under 40, autori di opere di architettura o di urbanistica che presentino caratteristiche di particolare valore e siano state realizzate in Puglia nel quinquennio precedente) ed alla committenza privata (soggetti che risiedono o abbiano la sede della loro attività in Puglia ed abbiano dimostrato una particolare attenzione al perseguimento della qualità in architettura e in urbanistica).

Per la prima sezione, il premio è stato assegnato a Gaetano Gianclaudio Caponio per il progetto di edificio polifunzionale “Laconica Elettromeccanica” in Santeramo in Colle (BA). Sono stati ritenuti meritevoli di menzione l’arch. Francesca De Napoli per la ristrutturazione di un immobile residenziale a Bari e segnalati per le eventuali mostra e pubblicazione di un catalogo i progettisti Lorenzo Colonna per l’edificio per uffici e commercio in via Bruxelles ad Altamura (BA); Vincenzo Paolo Bagnato, Pasquale Alessio De Nicolo e Massimiliano Fiore per il giardino urbano al quartiere San Girolamo a Bari; Antonella Calò e Grazia Nanna per gli edifici residenziali pubblici nell’ambito del PIRP Japigia in Bari.

Per la sezione committenza privata, invece, il premio è stato assegnato a Monica Villani per la Casa Petrini-Villani a Polignano a Mare, progettata dall’Arch Antonella Mari. Sono stati ritenuti meritevoli di menzione Guido Roberto Vitale e Luciana Dusenszky per la casa Dusenszky-Vitale in Valle d’Itria, progettata dall’Arch. Vincenzo Melluso, e segnalati per le eventuali mostra e pubblicazione di un catalogo il Gruppo Foresta Costruzioni per le case a ballatoio a Lecce progettate da Ester Annunziata, Alfredo Foresta e Tiziana Panareo; Serim srl per le Case a Casamassima progettate dall’arch. Stefano Serpenti; Picos srl per l’edificio residenziale Picos_01 in via Napoli a Bari progettato dall’arch. Lorenzo Netti; Peppe Zullo per la villa di campagna a Orsara progettata dall’arch. Nicola G. Tramonte.

Secondo  l’assessore all’assetto del Territorio della Regione Puglia, Angela Barbanente, «la Regione organizzerà specifiche iniziative per la divulgazione dei progetti premiati, secondo l’obiettivo primario della legge regionale, che consiste nel dare concrete risposte a una domanda di qualità urbana proveniente non solo dagli addetti ai lavori, ma anche da parti crescenti della più vasta società, che richiede un profondo ripensamento del progetto della città contemporanea».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *