Input your search keywords and press Enter.

Comunità montane, al lavoro la VII Commissione della Regione Puglia

E’ segnato da un disegno di legge il destino delle comunità montane pugliesi. Il provvedimento è stato illustrato dall’assessore al Federalismo e Sud della Regione Puglia, Marida Dentamaro, alla Settima commissione consiliare, presieduta da Giannicola De Leonardis.

Le istituzioni sono state già soppresse con la legge n. 132 del 6 febbraio 2009 e sono stati nominati i commissari liquidatori per disciplinare il trasferimento di compiti e funzioni in favore di associazioni di comuni, meglio definite come “Unioni”. Di fatto, però, nessuna delle Comunità montane ha già provveduto alla loro costituzione. La Regione Puglia, quindi, intende con questa iniziativa legislativa incentivare  la costituzione di questi organismi associativi, prevedendo la possibilità di acquisire i beni patrimoniali che per taluni territori hanno un certo appeal.

Nell’ipotesi che i Comuni non dovessero riuscire entro sessanta giorni dall’approvazione della legge a costituirsi in Unione, le funzioni ritornerebbero alla Regione Puglia. In ballo ci sono tutte le procedure di liquidazione e le determinazioni relative al personale che complessivamente ammontano a 50 unità. La commissione, a questo proposito, ha suggerito lo scioglimento delle Comunità e il riassorbimento del personale da parte della Regione Puglia. Il prossimo step su questa materia, comunque, saranno le audizioni con i Comuni interessati, i sindacati, l’Anci ed altri organismi coinvolti in questo processo di riforma.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *