Input your search keywords and press Enter.

Come ti riciclo anche il presepe

1° classificato - Scuola dell'Infanzia Sacra Famiglia Sez Gialla

C’è un San Giuseppe fatto con una lattina di una nota bibita gassata, o una Madonnina che al posto del capo ha una lampadina usata. E ancora, una stalla e una mangiatoia realizzati con bucce di frutta, patate e perfino pasta. O il caldo del bue e dell’asinello ospitati in scatole di scarpe. È il filo conduttore della mostra/concorso Presepi & Paesaggi ospitata a Verona sino al prossimo 8 gennaio nella splendida location del Palazzo della Ragione (cortile Mercato Vecchio); in vetrina 400 presepi realizzati con materiali riciclati, voluta da Amia, e che ha coinvolto le scuole della provincia dai nidi alle superiori, non solo per stimolare inventiva e creatività, ma per sensibilizzare gli studenti all’utilizzo di materiali destinati altrimenti a essere considerati spazzatura. Un passaggio che in un’epoca prodiga di sprechi assume una rilevanza strategica sotto l’aspetto pedagogico e anche strettamente materiale. Ecco che allora con il sughero si può dare sfogo alla realizzazione di una mangiatoia, o con un fiammifero il bastone di un pastore; una vecchia cravatta diventa il tratturo che conduce i Re Magi alla Grotta, magari edificata con bacchette del sushi. L’evento è il frutto della sinergia fra due aziende municipalizzate, Amia Verona Spa ed Agsm.

2° classificato - Scuola Primaria Francesco Baracca di Settimo di Pescantina, Classe 3 A

L’occasione dei presepi è utile anche per altre iniziative parallele, come due laboratori speciali per bambini, seguiti dalle associazioni KreAttiva, che da tempo lavora nell’ambito dell’animazione e in modo particolare con attenzione al riuso e l’associazione TeKazù che lavora nel campo dell’educazione alla sostenibilità. E ancora, la cooperativa sociale il “Samaritano” ha predisposto per l’occasione due alberi natalizi addobbati in materiale riciclato. Spazio poi a dimostrazioni di addobbi natalizi costruiti con materiali di riuso anche grazie all’aiuto di alcune “nonne creative” provenienti da vari Centri anziani della città. L’evento si chiuderà domenica 8 gennaio 2012, mentre la premiazione delle migliori opere esposte è fissata per sabato 14. «E’ Un’occasione preziosa – afferma il presidente di Amia, Stefano Legramandi – per diffondere tra i più giovani la nuova cultura dell’utilizzo dei rifiuti, rivolta al riciclaggio e alla trasformazione dei materiali».

3° classificato - Ceod Il Tesoro di Raldon

«E’ sempre un piacere – dichiara il presidente di Agsm, Paolo Paternoster – presentare un’iniziativa di pregio come lo è la manifestazione Presepi & Paesaggi, proprio perché unisce storia, cultura e tradizioni tipiche della nostra città con le finalità nobili di presidiare il nostro territorio. Un evento che è tradizione e che cresce ogni anno di più. L’obiettivo- conclude Paternoster – è sensibilizzare tutti, e soprattutto i più giovani, su un utilizzo razionale e consapevole degli oggetti in tutto il loro arco di vita, per rispettare l’ambiente e tutelare il nostro futuro». Ma l’occasione ecologica avrà anche una chiave sociale, grazie allo sforzo compiuto verso Abeo, (Associazione Bambino Emopatico Oncologico). Dai circa 400 lavori presentati da scuole primarie e secondarie della città, ne saranno selezionati e messi all’asta 10, frutto della fantasia e della creatività dei ragazzi. A battere l’asta molti esponenti della politica veronese, per dare un segno concreto a chi, nonostante le feste e il Natale, non smette di soffrire.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *