Input your search keywords and press Enter.

Come saranno le città del futuro? A Bologna idee ed esperienze di smart cities

Città sempre più interconnesse, che si trovano ad affrontare nuove sfide in un contesto di difficoltà economica globale e che per questo devono inventare nuove soluzioni per promuovere il benessere delle persone e una migliore qualità della vita: a Bologna, fino al 31 ottobre, saranno esposte e messe a confronto le esperienze di città intelligenti nell’ambito della prima edizione di SMART City Exhibitionche nasce dalla collaborazione tra FORUM PA e Bologna Fiere.

La manifestazione si pone come un contesto stimolante, di respiro internazionale, volto  – spiega il Presidente di FORUM PA Carlo Mochi Sismondi –  a «fare chiarezza, ossia elaborare tutti insieme una definizione condivisa di smart city». A fornire la loro visione di città intelligente, interverranno relatori di livello mondiale tra cui: Carlo Ratti, ingegnere e professore al MIT di Boston, nonché fondatore del gruppo di ricerca SENSEable City Lab; il primo presidente della Rete Spagnola delle Città Intelligenti, Iñigo de la Serna, che a soli 41 anni è già al suo secondo mandato come sindaco di Santander e che con il progetto Smart Santander sta rivoluzionando il capoluogo della Cantabria.

Sono in programma, inoltre, decine di laboratori, occasioni di incontro e lavoro collaborativo, presentazioni e seminari tecnici distribuiti all’interno dell’area espositiva in cui città, territori ed operatori privati presenteranno i progetti più avanzati realizzati nel nostro Paese e nel mondo.

È prevista infine la partecipazione dei sindaci di molte città italiane che si sono già attivate, o si stanno attivando, per diventare smart city. Tra queste, oltre a Bologna che ospita l’evento, Torino, Genova, Firenze, Venezia, Milano, Napoli, Reggio Emilia. Sul sito dedicato alla manifestazione, è disponibile il programma della manifestazione, con la presentazione dei principali protagonisti, italiani e internazionali.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *