Come celebrare il mare in tutte le sue anime

A Bari inizia la Festa del Mare, a Gallipoli la Settimana della Cultura del Mare. Il mare come punto di incontro e di condivisione

Il mare unisce, incontra, divide, avvicina, scambia, illumina, spegne, aiuta, abbraccia, dona, nutre, fa sentire soli, fa sentire in compagnia, è un amico, è un nemico, è un fratello, è una sorella, è di famiglia, è un estraneo… il mare è…

Per i popoli che vivono vicino al mare, il mare è tutto questo e di più, perché il mare, con la sua forza e il suo spirito, scorre nelle loro vene, nel loro cuore, nel loro animo. Celebrare il mare è celebrare noi stessi.

A Bari il legame è molto forte. Questo legame viene ricordato con la Festa del Mare. Sono 4 giornate di spettacolo e incontri letterari che attraversano la città, da Santo Spirito a Torre a Mare, per una rassegna multidisciplinare per chi ha come noi il mare dentro.

Una programmazione, promossa dalla Regione Puglia in collaborazione con Teatro Pubblico Pugliese e Pugliapromozione con la supervisione artistica del Comune di Bari, che sostiene le professionalità artistiche, tecniche e imprenditoriali che operano nella regione valorizzando il territorio attraverso le attività culturali.

Si inizia stasera, giovedì 24 settembre, alle ore 21.15, nella piazza San Francesco di Santo Spirito, con la compagnia Badathea che presenta lo spettacolo teatrale 2 matrimoni su 4 ruote con la regia di Nicola Valenzano.

Venerdì 25 settembre, alle ore 21.00, ancora in piazza San Francesco a Santo Spirito, il concerto dell’Orchestra Metropolitan Musicart, che riunisce giovani talenti pugliesi, diretta dal Maestro Bruno Tassone e dal Maestro Fabio Lepore. Le due serate sono organizzate da Gruppo Ideazione (per informazioni Gruppoideazionesrl@gmail.com prenotazioni su www.bookeventi.it).

Sabato 26 settembre, dalle ore 20.30, nella piazzetta della Torre a Torre a Mare, il Festival metropolitano Bari in Jazz, organizzato da Abusuan, con un doppio concerto: il produttore, dj e compositore Tommaso Cappellato e il suo Collettivo immaginario e il trombettista Angelo Olivieri con il progetto Other Colors (per informazioni e prenotazioni Bari In Jazz 080.80.90.139 info@bariinjazz.it).

Domenica 27 settembre, ancora nella piazzetta della Torre a Torre a Mare, alle ore 21.00, la cooperativa a/Herostrato presenta il Premio Nino Rota 2020, dedicato ai compositori di colonne sonore, che prevede la consegna dei riconoscimenti intitolati al Maestro Rota a Maurizio Mazzenga, fondatore e musicista dei MOKADELIC, a Carmine Padula e Francesco Cerasi, e a seguire, i concerti di Carmine Padula e il Quartetto e Francesco Cerasi feat. Antonio Loderini (per informazioni e prenotazioni 3385957238 e herostrato.coop@gmail.com).

Gli appuntamenti musicali saranno anticipati da presentazioni di libri: giovedì 24 settembre, alle ore 20.15, presentazione del libro di Gianni Ciardo Verosimile (Line-o-type, 2020); venerdì 25 settembre, alle ore 19.30, presentazione del libro di Fulvio Frezza “Meraviglioso” Vita e amori di Domenico Modugno in 12 canzoni (Florestano, 2018) chitarra e voce Domenico Mezzina; domenica 27 settembre, alle ore 18.30, presentazione del libro di Pierfranco Moliterni “Nino Rota” L’«ingenuo» candore di un musicista del Novecento (Radici Future, 2020) e, alle ore 19.30, presentazione del libro di Erica Mou Nel mare c’è la sete (Fandango, 2020), entrambi introdotti e moderati da Alceste Ayroldi.

La Festa del Mare 2020 proseguirà oltre l’estate con la mostra Z/000 Generation. Artisti pugliesi 2000>2020, collettiva di Carlo Maria Schirinzi, Pierluca Cetera, Cristiano Gaetano, Natascia Abbattista, Patrizia Piarulli, Stefania Pellegrini, Nicola Vinci, Nicola Curri, Raffaella Fiorella, Giuseppe Teofilo, Maria Antonietta Bagliato in programma all’AncheCinema Royal nel mese di ottobre e altre due mostre di arte contemporanea i cui ultimi dettagli sono in via di definizione.

A Gallipoli, invece, il mare viene celebrato con la “Settimana della Cultura del Mare”, organizzata dall’Associazione Puglia&Mare con il Comune.

Si inizia con la Festa dei lettori venerdì 25 settembre 2020 alle ore 19,30 nella biblioteca civica Sant’Angelo di Gallipoli, organizzata insieme con Verbamanent.

“Il mare nella poetica di Rabindranath Tagore” è il tema della serata, introdotta dai saluti del sindaco di Gallipoli Stefano Minerva e del presidente dell’associazione Puglia&Mare Alessandra Bray. Della poetica di Tagore parlerà, in collegamento video da Milano, Urmila Chakraborty, docente di Mediazione linguistica e studi interculturali dell’Università degli studi di Milano. Il suo intervento sarà introdotto da Maddalena Castegnaro del Presidio del libro di Sannicola.

Interverrà Paola Scialpi, artista leccese di fama internazionale che ha collezionato oltre 50 mostre in vari Paesi del mondo ed è docente di discipline pittoriche presso il liceo artistico “V. Ciardo” di Lecce.

Sarà proiettato il docufilm “Stories Amongst the trees” del regista Giuseppe Carrieri, docente della Facoltà di comunicazione dell’Università IULM di Milano, autore di diverse pubblicazioni e vincitore di festival internazionali.

Il video documenta l’antica arte dei patrachitra, dipinti su stoffa che vengono accompagnati dal canto della storia rappresentata, a mano a mano che sono srotolati. Ad unire pittura e canto, sono le donne di Naya, villaggio del West Bengala in India, depositarie di quest’arte che si tramanda da 2500 anni. Potranno anche essere visionati dal vivo dei patachitra che hanno interpretato aspetti biografici e filosofici del poeta indiano.

Inoltre, l’attore e regista Salvatore Negro curerà un reading delle poesie di Tagore. Intermezzi musicali saranno curati da Enrico Tricarico al pianoforte e Tiziano Corrado al violino.

Ma questo evento sarà il prologo della nona edizione della manifestazione che si svolgerà dal 5 all’11 dicembre 2020, il cui programma sarà comunicato in dettaglio successivamente.

Per partecipare alla serata di venerdì 25 settembre sarà necessario essere muniti di mascherina e prenotare telefonando al numero  0833 261038.

Articoli correlati