Input your search keywords and press Enter.

Coldiretti: Stop a miele con OGM

Il miele contaminato da polline «prodotto a partire da OGM»  non può essere messo in vendita in assenza di apposita autorizzazione. A sottolinearlo è la Coldiretti, che riferisce quanto stabilito della Corte di Giustizia Ue. La stessa si era, infatti, già pronunciata in merito alla presenza di DNA geneticamente modificato nel miele, su richiesta del Tribunale amministrativo della Baviera al quale si è rivolto un produttore tedesco che ha rilevato, nel proprio miele, tracce di polline di mais OGM (varietà MON810) coltivato in un campo vicino.

«In altre parole – chiarisce la Coldiretti – la coltivazione di un campo Ogm è in grado di determinare la contaminazione del miele attraverso il trasporto del polline da parte delle api rendendo necessaria in ogni caso una specifica autorizzazione per la messa in vendita, a»prescindere dalla proporzione di materiale geneticamente modificato contenuta nel prodotto». In Italia è vietato coltivare OGM e di conseguenza non è contaminato il miele prodotto sul territorio nazionale che è riconoscibile attraverso l’etichettatura di origine obbligatoria. Un discorso diverso vale per il miele importato in ingenti quantità nel nostro territorio da paesi comunitari ed extracomunitari in cui sono diffuse le coltivazioni transgeniche.

Print Friendly, PDF & Email