Input your search keywords and press Enter.

“Città 4.0” per la città smart del futuro

Città 4.0 è l’evento che tra ieri e oggi ha animato Perugia. Organizzato da ASI Umbria con la collaborazione della Regione Umbria e del Comune di Perugia, è articolato in tre incontri principali dove si parlerà di: Città, Industria e Welfare. Tre aree di applicazione delle tecnologie smart city e industry 4.0, che compongono il nuovo mercato dei servizi e delle tecnologie di nuova generazione.

Si parte da Perugia per poi arrivare in diverse città italiane: il Forum “Città 4.0”, sarà infatti portato anche in altre regioni del centro Italia. L’evento di Perugia rappresenta un’anteprima di un progetto che mira a divenire esempio per costruire le città del futuro, le smart cities.

Ieri mattina, a Palazzo Cesaroni si è tenuta la presentazione ufficiale del programma, alla presenza, tra gli altri, di Jean Luc Bertoni, Presidente ASI, dell’onorevole Adriana Galgano, membro della Commissione parlamentare per le attività produttive e dell’intergruppo per l’innovazione della Camera dei Deputati, della Presidente del Consiglio regionale Donatella Porzi e del Vicesindaco di Perugia Urbano Barelli.

convegno smart city perugiaPer Bertoni, queste sono le sfide del futuro per gli amministratori, le associazioni e le imprese per costruire nuove società e dare opportunità ai più giovani. Un’opinione condivisa anche dall’onorevole Adriana Galgano. “L’innovazione è il fattore determinante della crescita dell’economia – ha sottolineato l’onorevole Galgano -. Negli Usa, tutti i nuovi posti di lavoro stati creati nelle imprese con meno di 4 anni di età e che operano nei settori innovativi. E’ dall’innovazione, quindi, che passano le opportunità di sviluppo e di accrescere la qualità della vita. E’ la sfida attuale che dobbiamo affrontare mettendo in rete la politica, le associazioni e i cittadini”.

Per la Presidente dell’Assemblea regionale, Donatella Porzi, in Umbria c’è molta strada da fare su queste tematiche, ma “c’è anche – ha detto – un fermento importante, segnale inequivocabile di un’esigenza condivisa di cui si sente l’improcrastinabilità.”

Barelli, in particolare, ha voluto sottolineare come Perugia sia convintamente indirizzata in questa direzione, con 10 progetti presentati sulle tematiche della Smart citiy. “Per gli amministratori pubblici – ha sottolineato il Vicesindaco – la smart city è una necessità, non solo perché tutto il mondo va in questo senso, ma anche perché in una situazione di risorse calanti e di aspettative dei cittadini in crescita, le politiche pubbliche devono essere “intelligenti”.
Non solo “Città 4.0” e “Welfare 4.0”, ma anche “Industria 4.0 – Idee innovative e nuove tecnologie”, il convegno in programma per sabato 1 ottobre alle ore 15 presso la Sala Conferenze della Galleria Nazionale dell’Umbria a Palazzo dei Priori. Il convegno sarà occasione per presentare il documento “Industria 4.0” l’indagine della Camera dei Deputati realizzata dall’onorevole Lorenzo Basso, il quale presenterà personalmente il documento ad apertura del convegno. A seguire saranno poi presentate idee imprenditoriali innovative come l’esperienza dell’azienda 3G Italia con il suo progetto “Pedone Smart”, la nuova applicazione social Frind realizzata da quattro ragazzi umbri e i “Calciatori robotici”, dei robot bipedi realizzati dal laboratorio RoCoCo (Robot Cognitivi Cooperanti) dell’università di Roma la Sapienza, con la presenza del ricercatore Dario Albani. Al convegno prenderanno parte anche Barbara Venanti della Confederazione Italiana Archeologi; Maria Ragano Caracciolo, europrogettista e Giovanni Giorgetti, Ceo & Founder di ESG89 Group, il network strategico nella comunicazione e per le analisi economiche nello scenario nazionale.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *