Input your search keywords and press Enter.

Se il Chianti è già un buon vino, E.ON lo rende sopraffino

Sarebbe splendido se un vino tanto buono Chianti fosse rinnovabile al 100%; nell’attesa che un simile miracolo si verifichi, è comunque degno di nota che possa essere realizzato con energie rinnovabili al 100%. È questo il risultato dell’accordo sottoscritto lunedì 1 agosto tra il Consorzio Vino Chianti Classico e il gruppo E.ON, che proprio per le imprese e le istituzioni più sensibili al tema della protezione del clima ha sviluppato  una linea di offerte green che forniscono energia interamente prodotta da fonti rinnovabili e certificata dalla Garanzia d’origine. Firmando l’accordo, il Consorzio Vino Chianti Classico ha voluto ribadire il proprio impegno nell’ambito della salvaguardia dell’ambiente e del legame di rispetto e difesa della natura che caratterizza da sempre l’attività vitivinicola dei propri soci.

Il Consorzio potrà quindi utilizzare l’apposito marchio “100% energia rinnovabile E.ON”, che l’operatore mette a disposizione di chi sottoscrive questa offerta per far conoscere ai propri clienti e stakeholder la propria scelta di sostenibilità. Oltre all’energia elettrica pulita E.ON fornirà al Consorzio anche una piccola flotta di tre bicilette elettriche a pedalata assistita e una stazione di appoggio presso la Casa del Chianti Classico di Radda in Chianti (SI). Le biciclette saranno messe a disposizione degli ospiti del consorzio che vorranno visitare e scoprire il territorio del Chianti Classico e i suoi 7.000 ettari di vigneti, immersi nei colori e nei profumi di questi luoghi unici.

Accordo E.ON-Consorzio Chianti ClassicoLe biciclette sono dotate di un dispositivo GPS e di un sistema di navigazione per pianificare e seguire itinerari a scelta nel territorio; il sistema di navigazione è inoltre in grado di fornire informazioni sui consumi di energia e sulla carica residua della batteria, oltre ai dati sulla performance atletica dei ciclisti. Attraverso un’applicazione collegata ai mezzi si può tenere sotto controllo in ogni momento la localizzazione delle biciclette, il percorso effettuato e quello impostato, oltre al livello di batteria residuo di ciascun mezzo.

Tra le soluzioni cui sempre più imprese, anche del settore vitivinicolo, guardano con interesse, c’è l’autoconsumo – ossia la produzione in proprio di energia mediante impianti di dimensioni relativamente ridotti da fonte rinnovabile o convenzionale – che consente di limitare sensibilmente i costi di approvvigionamento energetico.  In questo ambito E.ON offre diverse soluzioni che vanno dall’installazione di impianti fotovoltaici alla progettazione, installazione e gestione di impianti di cogenerazione per la produzione combinata e simultanea di energia elettrica e termica. Gli impianti di cogenerazione – su cui E.ON vanta una competenza senza eguali nel panorama italiano – consentono un risparmio sui consumi fino al 30% assicurano benefici oggettivi, in termini di minore impatto sull’ambiente e di ridotte  perdite di trasmissione e distribuzione per il sistema elettrico nazionale.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *