Input your search keywords and press Enter.

Caserma Rossani: scelte entro il 15 gennaio

«Vogliamo che il progetto per la Caserma Rossani sia fortemente condiviso dalla popolazione, dalle associazioni e dai partiti e che abbia un suo equilibrio dal punto di vista economico». Questo il commento del sindaco di Bari Michele Emiliano a margine della conferenza stampa durante la quale ha illustrato gli orientamenti dell’amministrazione in merito alla riqualificazione dell’area dell’ex Caserma Rossani. «La delibera che abbiamo approvato in giunta – ha spiegato il sindaco – delinea diverse possibilità per il futuro dell’area, in funzione della quantità di risorse pubbliche che siamo in grado di investire». Ammonta a 30 milioni di euro il costo per la riqualificazione, con 13 milioni di euro già stanziati dal Comune. «In questa settimana – chiarisce ancora Emiliano – è nata la disponibilità da parte della Regione a finanziare la riqualificazione della Rossani». L’opzione più vicina agli indirizzi dell’amministrazione comunale prevede la realizzazione di un parco urbano con un aumento notevole della superficie a verde (l’85% dell’area tra spazi aperti aiuole e alberature) rispetto a quella attuale. Inoltre si prevede il recupero dei cinque edifici principali dell’odierna struttura, da destinare a funzioni di interesse pubblico. Nel progetto è infatti preventivata la creazione di un polo culturale composto dall’Accademia d’Arte, da gallerie d’arte, sale espositive e laboratori per attività artigianali ed artistiche. Per consentire una rapida apertura alla città di una parte della Rossani destinata esclusivamente a verde (oltre 3 ettari), è stato predisposto un progetto di messa in sicurezza, pulizia e piantumazione di nuove alberature che sia propedeutico alla riqualificazione dell’intera area. «La Rossani non sarà un altro Petruzzelli – conclude Emiliano -. Entro il 15 gennaio tutta Bari deve aver deciso cosa fare».

Print Friendly, PDF & Email