Input your search keywords and press Enter.

Casa Piccinni  “Luogo del cuore” FAI?

Casa Piccinni

L’ingresso di casa Piccinni nella città vecchia

Chissà se le note della civettuola  Cecchina arriveranno agli esaminatori che valuteranno le candidature per I luoghi del cuore  e li spingeranno a dire sì. La speranza c’è e la buona volontà pure affinché venga restituita la giusta risonanza a quella che fu la casa natale di Niccolò Piccinni, il grande compositore barese, famoso in Italia come in Francia, amico di Goldoni e Metastasio e autore riconosciuto di almeno 80 opere. La giunta comunale ha infatti approvato l’atto di indirizzo relativo alla candidatura di Casa Piccinni come “Luogo del cuore” nell’ambito del progetto nazionale “I luoghi del cuore” promosso dal FAI – Fondo Ambiente Italiano.

Il Comune è proprietario dell’edificio che si affaccia su piazza Mercantile, dove Niccolò Piccinni (Bari 1728-Parigi 1800), compositore di fama mondiale, visse dal 1738 al 1753. A dir la verità casa Piccinni non è una vera e propria casa-museo, però  è un luogo  strategico per animare  attività culturali e creative innovative rivolte a diverse fasce di pubblico, anche in virtù della sua posizione nel centro di Bari vecchia.

Dopo un lungo e colpevole periodo di oblio e decadenza, malgrado i numerosi cimeli conservati, l’edificio è stato sottoposto ad un sostanzioso restauro ultimato nel 1998; ha però ancora bisogno  di interventi strutturali che lo rendano pienamente accessibile e fruibile, tanto è già stato inserito tra i luoghi beneficiari delle erogazioni previste dall’Art Bonus. Nella stessa ottica si inscrive dunque la delibera approvata in Giunta, che candida Casa Piccinni al censimento 2016 I Luoghi del cuore promosso dal FAI, così che i cittadini possano sostenerne la candidatura anche in collaborazione con la delegazione cittadina del FAI. Analogamente, è intenzione dell’amministrazione comunale promuovere una vasta adesione all’appello del Governo nazionale a sostegno della bellezza affinché anche Casa Piccinni possa rientrare tra i luoghi identitari del Paese destinatari di specifico sostegno economico e finanziario.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *