Input your search keywords and press Enter.

Carnevale a Putignano e non solo

carnevale putignano

Carnevale è un’occasione unica per unire tradizioni e modernità, ironia, storia, politica ed attualità. È il “castigat ridendo mores” per antonomasia. Ecco alcuni eventi in Puglia e Basilicata

Il Carnevale in Puglia è una cosa seria. È una tradizione molto antica che si riconosce nella città di Putignano. “La città del Carnevale”, giunto alla 624esima edizione, ha aperto i battenti come da tradizione il 26 dicembre con le Propaggini. Tante le manifestazioni di contorno, ma il clou sono le parate dei carri in cartapesta di domenica 28 gennaio, del 4, dell’11 e del 13 febbraio. Il cartapestaio probabilmente è l’unico mestiere antico che non perde colpi, anzi continua a colpire durante le parate con grande sagacia i politici di turno, l’attualità ed il costume dei nostri tempi, semplicemente con il sorriso.

LEGGI ANCHE: Cartapesta, il carnevale è sostenibile

Il Carnevale di Putignano

carnevaleTra il sacro ed il profano, il Carnevale di Putignano è un punto di riferimento per l’Italia e per l’Europa. Feste, concerti, corsi e balli mascherati, eventi ed appuntamenti culturali ed enogastronomici sono i punti di forza di un evento tradizionale che non perde mai interesse, anzi si rinnova continuamente. Le parodie dei carri, il sarcasmo e l’ironia dei maestri cartapestai sono il simbolo di Putignano e del Carnevale. La loro abilità si manifesta in Farinella, la maschera di Putignano, una fusione tra Arlecchino ed il Jolly delle carte da gioco, con un abito a toppe multicolori, un gonnellino rosso e blu, i colori della città, e un cappello a tre punte con campanelli, simbolo dei tre colli su cui sorge la cittadina pugliese. Il tema di quest’anno scelto dalla Fondazione del Carnevale di Putignano è “Gli Eroi”. Primo appuntamento domenica 28 gennaio alle ore 15,30.

A Putignano il Carnevale degli Animali

L’edizione 2018 dedica uno spazio anche agli animali. Per il secondo anno consecutivo, per sensibilizzare ed educare il rispetto degli animali, ci sarà una raccolta di fondi per aiutare i volontari che si occupano del randagismo. La squadra K1 Dog – School, Sport & Fun di Nicola Ratti il 4 e l’11 febbraio allestirà lungo il percorso mascherato un Dog Village aperto a tutti per dimostrazioni di comportamento, consigli utili per l’educazione del cane ed esibizioni di Agility Dog.

Ma ci sono anche altre città pugliesi che cercano da anni di accostarsi allo spirito carnascialesco putignanese.

Il Carnevale di Locorotondo

carnevaleAnche la città delle cantine vinicole amate ed apprezzate in tutto il mondo ha il suo Carnevale. Quest’anno, il tema scelto è stato “L’Allegria del Carnevale”. La manifestazione carnascialesca è organizzata dall’amministrazione comunale di Locorotondo che coordina le scuole, le associazioni ed i singoli gruppi. All’iniziativa hanno aderito l’Istituto Comprensivo “Marconi-Oliva” e le associazioni Hakuna Matata, L’isola delle piccole stelle, Techno Body Club, Taka Tuka, La C.A.S.A. delle abilità speciali, l’Azione Cattolica, Percorrere Insieme, Arte Danza, Fuori di Danza e Gruppo Folk “Città di Locorotondo” e “U’ Carnvel di Locorotondo” che realizzerà i carri allegorici. I cortei previsti sono due, il giovedì grasso, 8 febbraio, e martedì grasso, 13 febbraio.

Bari, Caserma Rossani e Carnevale

A Bari, invece, il Parco Gargasole nell’area della ex Caserma Rossani, ospita oggi 27 gennaio dalle 10 alle 13, una festa di Carnevale aperta a tutti. Verranno piantati nuovi alberi con i volontari dell’associazione Ortocircuito Masseria dei Monelli, innaffiate le piante esistenti e ripulita l’area. Alle ore 11 è previsto un laboratorio di creazione di mascherine di Carnevale con materiali vegetali. L’evento rientra nel percorso di rigenerazione creativa del Parco Gargasole promosso dal Comune di Bari con le associazioni Ortocircuito Masseria dei Monelli, Garden Faber, Paesaggi Meridiani, LAN Laboratorio architetture Naturali, Pigment Workroom, Fractal, Spazi Mobili.

Matera, capitale della cultura e dei Carnevali lucani

Anche Materia ospiterà il Carnevale. Proprio oggi 27 gennaio alle 16.30 nella Mediateca, verrà presentata la ”Rete dei Carnevali lucani con valenza antropologica e culturale”, costituita da 8 Carnevali storici lucani, riconosciuti dalla Regione come “patrimonio immateriale” e dalle rispettive Pro Loco. Con questo progetto si intende destagionalizzare il turismo, coinvolgendo le città e le loro maschere storiche.

Al progetto partecipano diverse città lucane: Teana, rappresentata dalla maschera dell’Orso, Satriano da il Rumita con l’Associazione al Parco, Tricarico da L’màshkr, Cirigliano dalle Stagioni, Aliano dalle Maschere cornute, San Mauro da i Campanacci, Lavello da il Domino, e Montescaglioso da il Carnevalone.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *