Capri, nuova energia per l’arte

Arte e sostenibilità si incontrano a Capri. Sabato 4 ottobre, si terranno sull’isola azzurra degli appuntamenti che hanno come filo conduttore una nuova visione del futuro, in cui l’energia è essenzialmente quella che proviene dalle fonti rinnovabili del sole, del vento e del mare. L’iniziativa è a cura della Fondazione Marevivo e dei Comuni di Capri e Anacapri.

Anacapri ospiterà la lectio magistralis Le comunità dell’energia, a cura del professor Livio De Santoli dell’Università La Sapienza di Roma. La lezione è aperta a tutti i cittadini, in particolare agli studenti dell’isola.

A Punta Tragara, invece, sarà l’arte a veicolare messaggi di sostenibilità. L’artista Gabriele Giugni esporrà Capri #2, serie di scatti subacquei in omaggio a Capri che, nella mitologia, è una delle dimore della Sirena. L’installazione evidenzia l’impatto che le tecnologie possono avere sull’arte, a cui il sole dà una forma di vita eterna.

L’illuminazione della mostra, infatti, sarà alimentata dalle pietre fotovoltaiche di Dyaqua Art Studio, in fase di sperimentazione a Capri grazie alla collaborazione ENEA-MAREVIVO. Si tratta di un particolare componente solare, realizzato con una resina, che simula perfettamente l’aspetto esteriore delle pietre e dei materiali, rendendo al contempo invisibile il generatore fotovoltaico.

Articoli correlati