Input your search keywords and press Enter.

Canada: “Bye bye Kyoto”

Il Canada uscirà dal Protocollo di Kyoto entro la fine del 2012, nonostante l’impegno della Cina a ridurre le emissioni entro il 2020. A rendere ufficiale la notizia è stato il ministro per l’Ambiente Peter Kent che a Durban partecipa alla conferenza Onu sul Clima. Sebbene apprenda con favore che uno dei principali inquinatori sia disponibile ad accettare un obiettivo vincolante per le riduzioni di Co2, il Canada non è comunque disposto a rinnovare gli impegni di Kyoto e sembra che nemmeno le scelte della Cina possano influenzare la posizione canadese. Proprio durante i lavori di Durban la Cina ha dichiarato di volersi impegnare nella lotta ai cambiamenti climatici attraverso il raggiungimento di un accordo climatico internazionale vincolante. Il Governo cinese non firmò il Protocollo di Kyoto, utilizzando il pretesto della necessità di una rapida crescita economica che gli avrebbe impedito di adempiere alla normativa. Invece il Canada firmò il Protocollo di Kyoto nel 1998, ma ad oggi ha fatto ben poco per raggiungere gli obiettivi indicati, perché – secondo la posizione dei conservatori canadesi – le manovre e i tagli necessari vanno a ostacolare l’economia del Paese.

Print Friendly, PDF & Email