Campania, Presidi Territoriali contro dissesto idrogeologico

Alluvione del Sarno

Sarà siglato un protocollo di intesa tra Regione Campania, Ordine dei Geologi ed Ordine degli Ingegneri, per contrastare il dissesto idrogeologico del territorio.

La Regione finanzierà con 15 milioni di euro i Presidi Territoriali per l’intera Campania, dotandoli della necessaria strumentazione tecnologica. La rete dei presidi territoriali sarà presidiata da 500 geologi e 500 ingegneri. La Campania sarà la prima regione italiana a dotarsi dei Presidi Territoriali: per i geologi si tratta di una scelta utile per una efficace lotta preventiva al dissesto idrogeologico ed idraulico e come coadiuvante alle azioni di protezione civile. I presidi furono sperimentati per la prima volta durante l’alluvione del Sarno, nel 1998.

La notizia è stata positivamente accolta dal presidente dell’Ordine dei Geologi della Campania, Francesco Peduto: «È una vittoria per noi geologi, che da circa dieci anni ci battiamo per questa importante iniziativa, consentirà di affiancare ai più tradizionali metodi di intervento sul dissesto idrogeologico anche i cosiddetti interventi non strutturali, quali appunto il presidio territoriale».

Articoli correlati